venerdì 18 luglio 2014

Come installare Squirrelmail (webmail) su Ubuntu/Debian.

Maria Susana Diaz | 00:08 |

Squirrelmail è un buon sistema di webmail scritto in PHP per avere la vostra posta elettronica a disposizione ovunque troviate una connessione ad Internet.

Installazione e configurazione.

Tutte le maggiori distribuzioni hanno disponibile i binari di squirrelmail già pacchettizzato.

Prerequisiti:

Aver installato e configurato un MTA (sendmail o postfix)
Aver installato Apache con PHP
Aver installato Dovecot IMAP

Installazione da console comandi:

Da terminale digitare:

sudo apt-get install squirrelmail

Configurazione di squirrelmail:

sudo squirrelmail-configure

Il menu di configurazione e’ intuitivo e molto semplice:

Squirrelmail_logo

Configurazione di Apache:

sudo cp /etc/squirrelmail/apache.conf /etc/apache2/sites-available/squirrelmail
sudo ln -s /etc/apache2/sites-available/squirrelmail /etc/apache2/sites-enabled/squirrelmail

Configurate per l’autostart al boot il MTA(sendmail o postfix), Dovecot e Apache, riavviate il server e il gioco e’ fatto

Per accedere alla pagina della webmail utilizzare l’indirizzo:
http://localhost/squirrelmail (cambiare localhost con il dominio o l’indirizzo IP del server).

Installazione dei plugin aggiuntivi (da estrarre e copiare in /usr/share/squirrelmail/plugins/)

Sito web: http://squirrelmail.org/plugins.php

Plugin consigliato:

*** Composizione mails in formato HTML:
http://squirrelmail.org/countdl.php…-2.3-1.4.tar.gz

Modulo squirrelmail per Usermin:

http://www.nltechno.com/files/squirrelmail-1.1.wbm

Dopo aver installato i pacchetti squirrelmail e squirrelmail-locales, quest’ultimo per avere l’interfaccia nella nostra lingua, la configurazione, anche se direttamente accessibile dal file di testo config.php, può essere eseguita molto semplicemente tramite lo script squirrelmail-configure che offre in console una interfaccia testuale come questa:

SquirrelMail Configuration : Read: config.php (1.4.0)

Squirellmail


Main Menu --
1. Organization Preferences
2. Server Settings
3. Folder Defaults
4. General Options
5. Themes
6. Address Books
7. Message of the Day (MOTD)
8. Plugins
9. Database
10. Languages

D. Set pre-defined settings for specific IMAP servers

C Turn color on
S Save data
Q Quit

Command >>

I parametri indispensabili sono tutti in ‘Server Settings‘:

SquirrelMail Configuration : Read: config.php (1.4.0)
---------------------------------------------------------
Server Settings

General
-------
1. Domain : trim(implode('', file('/etc/'.(file_exists('/etc/mailname')?'mail':'host').'name')))
2. Invert Time : false
3. Sendmail or SMTP : SMTP

A. Update IMAP Settings : localhost:143 (uw)
B. Update SMTP Settings : localhost:25


R Return to Main Menu
C Turn color on
S Save data
Q Quit

Command >>

squirellmail_login

Qui potrete configurare:

  • i parametri del server imap: porta di ascolto, solitamente 143, tipo di server, io ho installato uw-imapd ma anche altri vanno bene, e tipo di autenticazione, che se l’installazione è tutta locale può tranquillamente essere in formato testo senza comunicazione criptata (TLS).
  • i parametri del server SMTP che vi permette di spedire la posta: se non avete a disposizione un server locale potete benissimo utilizzare il server del vostro provider.

Nel sottomenu 3 potrete indicare dove tenete la vostra posta, solitamente nel direttorio Mail/, e i nomi delle cartelle standard: Cestino, Inviata e Bozze.

Nel sottomenu 4 vi suggerisco di attivare le opzioni 3 e 4, che vi permetteranno di vedere le mail ordinate per thread.

Potete tranquillamente ignorare i sottomenu 5, 6 e 7 e dare un’occhiata al sottomenu 8, che vi permette di attivare alcuni interessanti plugins. Quelli che trovate elencati sono solo alcuni tra i moltissimi che il sito di squirrelmail e altri siti sul web vi mettono a disposizione. Vi segnalo translate che permette di tradurre le vostre mail con l’aiuto di Babelfish o altri traduttori disponibili sul web, squirrelspell per il controllo ortografico di quanto state scrivendo, calendar che mette a disposizione un lussuoso calendario dove appuntarsi gli impegni, filters e spamcop che vi proteggono dallo spam e distribuiscono la vostra posta direttamente nelle varie cartelle.

Qualora abbiate a disposizione un server MySQL, o un’altro server database compatibile con PHP, potrete archiviarvi il vostro indirizzario e le preferenze indicando nel sottomenu 9 il nome delle tabelle che avrete provveduto a creare. Per la configurazione del database vi rimando alla corrispondente sezione del manuale.

Infine indicando it_IT come linguaggio di default nel sottomenu 10 potrete avere l’interfaccia web in italiano. Abbiate l’accortezza di verificare che il set di caratteri scelto sia presente nel vostro locale, dando in console il comando ‘#locale -a‘.

squirellmail_messagelist

Pubblicazione

A questo punto siete pronti a rendere accessibile la vostra webmail su internet. Nella directory di configurazione di Squirrelmail, solitamente /etc/squirrelmail, trovate il file apache.conf che contiene il codice necessario per pubblicare il tutto tramite un server apache. Quello che dovrete fare è modificare, se necessario, il dominio dove apparirà la webmail e il direttorio dove si trova squirrelmail. Lasciando tutto invariato in una distribuzione Debian standard la vostra mail apparirà in http://VOSTROSITO/squirrelmail.

A questo punto dovrete fare in modo che questo file venga letto da apache, il che può essere fatto in vari modi, a seconda della distribuzione che usate: potete aggiungere un’apposita sezione Include in apache.conf oppure incollare direttamente il codice in questo file. Per chi utilizza distribuzioni Debian-like (Debian, Ubuntu, Knoppix etc.) e apache2 la strada più corretta è utilizzare le apache2-utils, in questo modo:

#cd /etc/apache2/site-available/
#ln -s /etc/squirrelmail/apache.conf squirrelmail
#a2ensite squirrelmail
#/etc/init.d/apache2 reload

Questo farà in modo che il file /etc/squirrelmail/apache.conf venga letto dal server apache e renda disponibile la vostra webmail, che potrete raggiungere all’indirizzo da voi specificato. Inserite username e password del vostro account et voilà, la webmail è servita ;)

Ottimizzazione.

squirellmail_opt_display

Maildir.

L’utilizzo del formato maildir anzichè mbox è consigliato in quanto, aumentando l’efficienza del server Imap, aumenta di conseguenza l’efficienza della vostra webmail. Devo comunque dire che io uso mbox per caselle di poche centinaia di email senza grossi problemi.

HTTPS.

Anche se la vostra casella IMAP è protetta da username e password, la comunicazione con il server web avviene ora in chiaro, esponendovi al rischio, che qualcuno ‘sniffi‘ le vostre credenziali o la posta che state leggendo. Potrete ovviare a questo instaurando una connessione criptata tramite il protocollo https. La configurazione del server apache esula dallo scopo di questo documento, vi indicherò solamente una tipica configurazione di apache.conf per obbligare la connessione criptata:

<VirtualHost *:443>
DocumentRoot /usr/share/squirrelmail
ServerName VOSTROSITO
</VirtualHost>
<VirtualHost *:80>
ServerName VOSTROSITO
ServerAdmin TUOACCOUNT@localhost
RewriteEngine on
RewriteCond %{SERVER_PORT} ^80$
RewriteRule ^(.*)$ https://%{SERVER_NAME}$1 [L,R]
RewriteLog "/var/log/apache2/rewrite.log"
RewriteLogLevel 2
</VirtualHost>

Proxy Imap.

Per chi dovesse gestire diversi utenti con sistemi di capacità limitata può essere senz’altro utile installare un proxy imap che evita i continui login/logout che, per sua natura, squirrelmail effettua ad ogni interrogazione. Imapproxy è molto semplice da installare e utilizzare, anche se per farlo funzionare mi sono dovuto scontrare con due basilari limitazioni:

  • non supporta autenticazioni criptate CRAM-MD5
  • non supporta collegamenti imap sulla porta 993

Questo in pratica significa che non può funzionare con il pacchetto uw-imapd distribuito da Debian e, volendo utilizzare questo server imap, lo si deve ricompilare.

fonte: Ubuntuland & The Dream Valley

squirellmail_read_mail

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

GOOGLE+

LINKEDIN

1 commenti:

Tulis commenti
avatar
21 luglio 2014 15:00

Trovo molto più carino RoundCube http://roundcube.net/ ... Squirell è rimasto agli anni '80.

Reply

Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender