gimp,filtri, ifs, grafica Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux ubuntu 13.04, raring Ringtail, Linux vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender

martedì 22 luglio 2014

Guida a KLettres applicazione per imparare l'alfabeto in una nuova lingua: configurazione.

Finestra configurazione.

La finestra di configurazione dispone di due schede, una per i tipi di carattere e l'altra per gli intervalli.

Tipi di carattere

Puoi cambiare con facilità il tipo di carattere con cui sono visualizzate le lettere. In alcune distribuzioni, il tipo predefinito usato dal sistema è veramente brutto.

Nella modalità per ragazzi, all'interno del menu Impostazioni, voce Configura KLettres..., troverai una scheda Carattere che permette di scegliere il tipo di carattere. Il tipo scelto sarà utilizzato sia per la lettera/sillaba mostrata che per il campo di inserimento dell'utente.

Avvertimento

Cambiare il tipo di carattere è utile anche perché alcuni (per esempio Helvetica) non visualizzano correttamente le lingue dell'Est europeo, come il ceco e lo slovacco.

Se alcune lettere e sillabe non sono visualizzate, cambia il tipo di carattere e scegli per esempio Arial.

Puoi anche scegliere la tua dimensione preferita, che sarà mantenuta nella configurazione.

klettres_configurazione

Guida a KLettres applicazione per imparare l'alfabeto in una nuova lingua: introduzione e uso.

KLettres è un'applicazione specificamente progettata per aiutare l'utente a imparare l'alfabeto in una nuova lingua, e quindi a leggere semplici sillabe. L'utente può essere un bambino di età a partire da due anni e mezzo o un adulto che desidera imparare i fondamenti di una lingua straniera.

Venticinque lingue sono al momento disponibili: arabo, basso sassone, ceco, danese, ebraico, francese, hindi romanizzato, inglese americano, inglese britannico, inglese fonetico, italiano, kannada, luganda, malaiano, malese, norvegese bokmål, olandese, portoghese brasiliano, punjabi, russo, slovacco, spagnolo, tedesco, telugu e ungherese. Quelle installate di serie sono l'inglese, il francese e la tua lingua, se è tra quelle caricate in maniera predefinita.

KLettres è molto semplice da usare. La lingua si può cambiare tramite il menu Lingue. L'utente può anche scegliere il livello da 1 a 4 da una lista nella barra degli strumenti, o tramite il menu Livello. I temi (sfondo e colore dei caratteri) si possono cambiare scegliendoli da una lista o tramite la voce Aspetto → Temi. Sono disponibili tre temi: aula, deserto e savana. Infine, si può passare dalla modalità per bambini a quella per ragazzi tramite la voce Aspetto.

Introduzione.

KLettres è una semplice applicazione che aiuto un bambino o un adulto a imparare l'alfabeto e alcuni semplici suoni nella lingua madre o in un idioma straniero. Il programma sceglie una lettera o una sillaba a caso, la visualizza e ne riproduce il suono. L'utente dovrebbe quindi digitare questa lettera o sillaba. La verifica dell'apprendimento si svolge nei livelli dove la lettera/sillaba non è visualizzata, ma viene riprodotto soltanto il suono. Non occorre che l'utente sappia usare un mouse, è necessaria solo la tastiera.

klettres1

sabato 19 luglio 2014

Rapache è un giovanissimo e promettente progetto open source scritto in Python che utilizza le librerie GTK.

Rapache è un giovanissimo e promettente progetto open source scritto in Python che utilizza le librerie GTK.

Per ora consente di gestire Apache 2 solo su Ubuntu e Debian-derivate, essendo legato alla struttura dei file di configurazione tipica di queste distribuzioni.

In futuro potrebbe diventare un tool di uso più generale, in questo senso gli sviluppatori sono aperti a collaborazioni.

Vediamo ora come installare ed utilizzare il programma. Supporremo che Apache sia già installato e correttamente funzionante sulla nostra Linux box.

A questo punto apriamo un terminale e digitiamo il consueto comando:

sudo apt-get install rapache

Bene, una volta installato Rapache 1.2.5 l’ultima versione stabile del software, possiamo lanciare il programma:

a) Digitando rapache al prompt dei comandi

b) Da Applicazioni / Strumenti di sistema / rapache.

La finestra che ci si presenta risulta suddivisa in due aree attivabili mediante i corrispondenti tab: Virtual Hosts e Modules List.

rapache1

squidGuard permette di reindirizzare l'utente ad una pagina specifica ogni volta che prova ad accedere ad alcuni domini.

squidGuard è un plug-in che permette di controllare i siti che vengono visitati dagli utenti di squid.

squidGuard permette di reindirizzare l'utente ad una pagina specifica ogni volta che prova ad accedere ad alcuni domini che sono presente all'interno di una blacklist, una lista contenente i domini da bloccare. Questo plug-in serve, quindi, per filtrare i contenuti che attraversano il server proxy.

Preparativi.

È necessario aver abilitato il componente universe dei repository ufficiali. Inoltre, assicurarsi di aver installato il server proxy.

Installazione.

Per installare il programma è sufficiente installare il pacchetto squidguard presente nel componente universe dei repository ufficiali.

Configurazione.

Configurazione di squid.

Per poter utilizzare squidGuard bisogna modificare il file di configurazione di squid in modo da indicare al programma dove risiede squidGuard. Per aprire il file di configurazione è sufficiente digitare il seguente comando:

sudo nano /etc/squid/squid.conf

squidguard_logo

venerdì 18 luglio 2014

Come installare Squirrelmail (webmail) su Ubuntu/Debian.

Squirrelmail è un buon sistema di webmail scritto in PHP per avere la vostra posta elettronica a disposizione ovunque troviate una connessione ad Internet.

Installazione e configurazione.

Tutte le maggiori distribuzioni hanno disponibile i binari di squirrelmail già pacchettizzato.

Prerequisiti:

Aver installato e configurato un MTA (sendmail o postfix)
Aver installato Apache con PHP
Aver installato Dovecot IMAP

Installazione da console comandi:

Da terminale digitare:

sudo apt-get install squirrelmail

Configurazione di squirrelmail:

sudo squirrelmail-configure

Il menu di configurazione e’ intuitivo e molto semplice:

Squirrelmail_logo

mercoledì 16 luglio 2014

NetSurf web browser open source sotto licenza GPL

NetSurf è un web browser open source sotto licenza GPL che funziona su RISC OS e sistemi Unix-like col toolkit GTK+; recentemente è disponibile anche per la console GP2X Caanoo.

Supporta la maggior parte delle specifiche HTML 4 e CSS 2.1.

Nell'Aprile del 2002, il progetto NetSurf è partito in risposta a una discussione sulle carenze dei browser esistenti della piattaforma RISC OS. Poco dopo l'inizio del progetto, versioni di sviluppo per gli utenti di RISC OS sono state rese avviabili per il download dall'autobuilder del progetto. NetSurf è stato votato il "Miglior software non commerciale" nei premi Drobe Launchpad's 2004, 2006 e 2007.

Il lavoro sulla conversione (port) con le librerie GTK è iniziato a Giugno del 2004. Il port, che funziona sulle piattaforme Unix-like, è stato inizialmente creato per aiutare il processo di sviluppo e debug, però da allora è maturato in un vero e proprio browser web GTK. È inserito in piccole distribuzioni linux.

NetSurf ha attratto l'attenzione da diverse altre piattaforme. Dalla versione 2.0 è stato effettuato il port nato nativo per BeOS/Haiku e AmigaOS. Dal Gennaio 2009 NetSurf è presente anche per MorphOS.

NetSurf

sabato 12 luglio 2014

KGeography programma educativo di apprendimento della geografia: guida ai comandi.

La finestra principale di KGeography.

Il menu File.

File → Apri mappa... (Ctrl+O)

Apre la finestra di dialogo di scelta della mappa. Se digiti velocemente le prime lettere della mappa che cerchi, sarà selezionata la prima mappa che corrisponde al testo che hai digitato.

File → Esci (Ctrl+Q)

Esce da KGeography

Il menu Visualizza
Visualizza → Ingrandisci

Va in modalità di ingrandimento; quindi, basta disegnare un rettangolo per ingrandire quella parte della mappa

Visualizza → Dimensione originale

Reimposta la dimensione originale della mappa. Un clic con il tasto destro del mouse sulla mappa in modalità ingrandimento esegue la stessa azione.

Visualizza → Ingrandimento automatico

Imposta l'ingrandimento della mappa in modo da usare lo spazio disponibile il più possibile quando viene ridimensionata la finestra di KGeography

Visualizza → Muovi

Muove la mappa corrente. Questa voce è abilitata solo se la mappa è ingrandita.

kgeography africa

KGeography programma educativo di apprendimento della geografia: come creare mappe e altre caratteristiche.

Una mappa in KGeography è composta almeno da due file, uno è l'immagine della mappa e l'altro è la sua descrizione.

Strumento di supporto.

Puoi trovare qui uno strumento (creato da Yann Verley) che lo ha aiutato con la mappa della Francia. Per vedere il suo utilizzo, eseguilo semplicemente e leggi il messaggio di aiuto. Sostanzialmente, crea il file .kgm da un file di testo semplice e crea un file con i colori che ha assegnato a ogni divisione, così puoi riempire la mappa a seconda di quei colori.

C'è un altro strumento, colorchecker.py, scritto da Albert Astals Cid. Hai bisogno di PyQt4 per eseguirlo. Eseguilo passando il file .kgm come argomento (hai bisogno anche del file .png della mappa nella stessa cartella). Lo strumento ti dirà se ci sono pixel nella mappa con un colore non definito nel file .kgm (di descrizione).

File di descrizione.

Il file di descrizione è richiesto e la sua estensione è .kgm. Dovrebbe cominciare con <!DOCTYPE kgeographyMap>, seguito da <map> e finire con </map>.

kgeography1

KGeography programma educativo di apprendimento della geografia: introduzione.

KGeography è un programma educativo di apprendimento della geografia incluso nel modulo kdeedu (programmi di edutainment) dell'ambiente desktop KDE; viene normalmente rilasciato insieme agli altri programmi.

È un software libero distribuito con licenza GNU General Public License.

È un software molto recente e per questo ancora in fase di ampliamento. Grazie a questo programma è possibile visualizzare mappe di vari paesi e continenti ed apprenderne le caratteristiche attraverso giochi interattivi.

Quando avvii KGeography per la prima volta, ti chiede per prima cosa di scegliere una mappa con cui iniziare.

Le caratteristiche del Software:

    Imparare sfogliando le mappe facendo clic su una divisione della mappa per vedere il suo nome, la capitale e la bandiera.

    L'apprendimento in modalità di gioco:
        Il gioco ti dice il nome divisione della mappa e si deve cliccare su di esso.
        Il gioco ti dice una capitale e tu devi indovinare la divisione a cui appartiene.
        Il gioco ti dice una divisione e tu devi indovinare la sua capitale.
        Il gioco mostra una bandiera divisione della mappa e tu devi indovinare il suo nome.
        Il gioco ti dice il nome divisione della mappa e tu devi indovinare la sua bandiera.
        Il gioco mostra una mappa vuota e devi mettere le divisioni su di esso uno per uno.

Suggerimento.

Puoi filtrare la lista delle mappe usando il campo di testo Filtra mappe. Inserisci le prime lettere del nome della mappa per restringere la lista a pochi risultati. KGeography

domenica 6 luglio 2014

I 10 articoli piu cliccati nel Regno di Ubuntu nel mese di Giugno 2014.

1.- Mark Shuttleworth ha ufficialmente dato la sua benedizione a Ubuntu MATE Remix, la nuova derivata targata Ubuntu.

Mark Shuttleworth ha ufficialmente dato la sua benedizione a Ubuntu MATE Remix, la nuova derivata targata Ubuntu.

Mark Shuttleworth ha ufficialmente dato la sua benedizione a Ubuntu MATE Remix, la nuova derivata ufficiale di Ubuntu avente però come ambiente desktop MATE, il DE nato dalle ceneri di GNOME 2. L'annuncio arriva tramite un post su Google+ dello stesso Mark che si è detto felice della nuova arrivata. La famiglia Ubuntu diventa dunque sempre più completa in modo da soddisfare ogni potenziale

Leggi il resto dell'articolo ... »

venerdì 4 luglio 2014

Mark Shuttleworth ha ufficialmente dato la sua benedizione a Ubuntu MATE Remix, la nuova derivata targata Ubuntu.

Mark Shuttleworth ha ufficialmente dato la sua benedizione a Ubuntu MATE Remix, la nuova derivata ufficiale di Ubuntu avente però come ambiente desktop MATE, il DE nato dalle ceneri di GNOME 2.

L'annuncio arriva tramite un post su Google+ dello stesso Mark che si è detto felice della nuova arrivata.

La famiglia Ubuntu diventa dunque sempre più completa in modo da soddisfare ogni potenziale utente.

A puntare su Mate Desktop Environmet è anche Ben Tinner, sviluppatore Canonical, che ha deciso di avviare il progetto Ubuntu MATE Remix 14.04 “Trusty Tahr” una nuova derivata di Ubuntu basata su ambiente desktop Mate.

L'idea di Ben Tinner è di riportare l'esperienza utente di Gnome 2 in Ubuntu come nelle versioni precedenti ad Ubuntu 11.04 “Natty Narwhal” cercando di migliorare l'integrazione con un tema dedicato, e molto altro ancora.

Nel frattempo vi lascio il link dove poter scaricare la versione in sviluppo di Ubuntu MATE 14.10 http://ubuntu-mate.org/download/

Requisiti minimi:

Ubuntu-MATE-Remix

giovedì 3 luglio 2014

Debian grazie alla sua struttura logica molto solida, è utilizzata come base di partenza per oltre 140 distribuzioni.

È tra le distribuzioni Linux più utilizzate e famose. Per molti è il simbolo stesso del software libero.

Debian, con il suo carico di storia sulle spalle, vanta una nutrita schiera di fan nonostante non sia tra le distribuzioni più intuitive e semplici da utilizzare.

Dalla sua, però, ha una struttura logica e architetturale che la rendono tra le più solide presenti oggi sul mercato.

Per questo motivo moltissime altre distribuzioni Linux prendono le mosse dalla creatura dello sviluppatore statunitense Ian Murdock. Ad oggi se ne contano ben 144, di cui la più famosa è Ubuntu.

Cos'è Debian.

Debian è un sistema operativo composto da software libero in gran parte distribuito con licenza GNU General Public License.

L'OS (abbreviazione di operative system, “sistema operativo” in inglese) è realizzato sul web grazie alla collaborazione della comunità di sviluppatori indipendenti e volontari, i cui scopi coincidono con quelli del Debian Project.

debian

lunedì 30 giugno 2014

abGate processore di dinamica utile all'esclusione di rumori di fondo indesiderati dalle registrazioni.

Il noise gate (o semplicemente gate) è un processore di dinamica utile all'esclusione di rumori di fondo indesiderati dalle registrazioni.

Data una soglia il "cancello" si apre ogni volta che il segnale la supera lasciando "suonare" la traccia mentre si chiude quando il livello scende sotto il valore dato restituendo silenzio.

Per poter avere un controllo maggiore su questa delicata operazione il gate da la possibilità di gestire l'attacco (ovvero ritardare l'azione del gate), hold (l'ammontare di tempo in cui il cancello rimane aperto dopo che il segnale è sceso sotto la soglia) e il rilascio (la quantità di tempo che il cancello impiega a passare dallo stato aperto a quello chiuso).

Alcuni hanno anche la funzione range che non è altro che il valore di attenuazione del processore.

La sua applicazione è comune sui suoni percussivi come ad esempio la batteria ma si può anche utilizzare per realizzare degli "stop" efficaci sulle chitarre.

abGate si presenta con un'interfaccia gradevole e poco invadente, i controlli sono semplici e intuitivi e si possono ottenere risultati piuttosto naturali.

Le soluzioni fino ad ora presenti su piattaforma GNU/Linux non erano a mio avviso molto soddisfacenti ma con abGate posso dire di aver trovato un valido alleato nei miei mix.

abgate

Rakarrack, finalmente un buon rack per chitarra su Linux.

Che si possa finalmente dire "Oh, adesso si' che anche per Linux c'e' un rack effetti per chitarra come si deve!" ?

Ma si tratta di software abbastanza giovane, siamo solo alla 0.6.1, per cui di tempo per migliorare l'interfaccia ce n'e'.

Piuttosto, come da comunicato sul SITO DEL PROGETTO, possiamo apprendere che:

  • Rakarrack e' un processore effetti per chitarra per GNU / Linux semplice e facile da usare ma che contiene caratteristiche che lo rendono unico in questo campo di applicazioni.
  • Esso contiene 17 effetti: Equalizzatore lineare, Equalizzatore parametrico, compressore, Distorsion, Overdrive, Echo, Chorus, Phaser, Flanger riverbero, WAHWAH, Alienwah, Harmonizer, NoiseGate, Delay, cabinet, Autopan / Extra Stereo.
  • Integra un sintonizzatore e un convertitore MIDI.
  • Puo' anche essere gestito da un controller MIDI esterno.
  • Le impostazioni utente possono essere immagazzinate in preset e possono essere utilizzati per creare banche di effetti.

Insomma, sembra promettere abbastanza bene, lo si puo' anche abbinare in uno studio virtuale al buon Ardour... che volete di piu'?

Download.

Le impostazioni utente possono essere immagazzinate in preset e possono essere utilizzati per creare banche di effetti.

Rakarrack_3

Il calo del traffico web sarà mica colpa del Panda? Google risponde.

Il Panda Update insieme al Penguin Update fino a questo momento sono state degli aggiornamenti apportati all'algoritmo di Google in modo saltuario e quasi manuale.

Ogni tanto le keyword di ricerca subivano delle variazioni nei loro risultati che portavano anche a dei crolli drammatici delle visite a determinati siti che secondo Google non ottemperavano agli standard qualitativi.

In genere gli aggiornamenti vengono apportati all'algoritmo delle ricerche in lingua inglese e successivamente estesi a quelli delle altre lingue.

Un tweet di @Google informava qualche ora o qualche giorno dopo dell'avvenuto update. Matt Cutts, il capo del team antispam di Google, ha che Panda sarà integrato nell'algoritmo di Google.

Questo significa che non ci saranno più delle oscillazioni violente sul traffico dei siti ma che il riposizionamento avverrà gradualmente in tempo reale.

Al momento abbiamo avuto notizia di ben 24 aggiornamenti Panda a partire dal 24 Febbraio 2011. La modifica dell'algoritmo di ricerca che da ora in avanti avverrà in tempo reale è stata denominata Panda Everflux.

google-panda-featured

Ultimi articoli pubblicati

I miei preferiti

Segnala Feed iFeed iwinuxfeed.altervista.org Blogstreet - dove il blog è di casa Aggregatore di blog Feedelissimo Paperblog Directory dei blog italiani tutto blog BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Feed XML offerto da BlogItalia.it web counter Il Bloggatore diigo it Computer Blogs - BlogCatalog Blog Directory Aggregatore ElencoSiti Miglior Blog Notizie Informatiche