gimp,filtri, ifs, grafica Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux ubuntu 13.04, raring Ringtail, Linux vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender

lunedì 23 febbraio 2015

Rilasciata la versione 1.4.5 di Kazam software per realizzare uno screencast perfetto.

Rilasciata la versione 1.4.5 di Kazam Screencaster.

Kazam può tornare molto utile per esempio per creare dei video tutorial oppure per tenere traccia di alcune azioni che facciamo sul nostro pc.

I video creati con Kazam Screencaster possono essere riprodotti con qualsiasi video player che supporti il formato VP8/WebM.

È possibile anche scegliere di registrare il suono da un dispositivo di input supportato e che sia visibile a PulseAudio.

Inoltre Kazam è accessoriato con varie funzioni molto utili come quella per caricare i video appena registrati sul vostro account Youtube.

Kazam è una applicazione per screencast con un interfaccia pulita e amichevole.

La versione corrente è la 1.4.3.

kazam2

martedì 17 febbraio 2015

Pinta programma leggero di disegno per grafica raster.

Pinta è un programma leggero di disegno per grafica raster, open-source e multipiattaforma. Si ispira a Paint.NET, un editor di immagini simile ma limitato alla piattaforma Microsoft Windows.

Lo sviluppo di Pinta comincia nel febbraio 2010 codificato da Jonathan Pobst di Novell. Ha uno sviluppo attivo ed ha in programma rilasci bimestrali.

Caratteristiche.

Pinta aspira ad offrire una semplice alternativa libera a GIMP sul desktop environment GNOME,  ed inoltre ad essere portato su altri sistemi operativi rispetto a Paint.NET, il quale ha dato spunto alla sua creazione. Pinta è scritto con il linguaggio di programmazione C# (C Sharp), usando le librerie grafiche multipiattaforma GTK+ e le librerie grafiche cairo.

Parte del codice, specialmente gli aggiustamenti delle immagini ed i filtri grafici, sono condivisi con Paint.NET.

Funzionalità.

Pinta è un editor di immagini bitmap e dispone di numerose funzionalità tipiche dei software di editing delle immagini, compresi gli strumenti di disegno, filtri grafici e pennelli di regolazione colori. L'attenzione alla usabilità si riflette in molte delle caratteristiche principali del programma:

pinta layers

domenica 8 febbraio 2015

I 10 articoli piu cliccati nel Regno di Ubuntu nel mese di Gennaio 2015.

1.- JQuery vs. MooTols: I Punti di Forza di JavaScript.

JQuery vs. MooTols: I Punti di Forza di JavaScript.

Parte della decisione sta nel domandarsi che cosa si vuole fare con JavaScript. Consideriamo il JavaScript base. Senza nessun framework; solamente vecchio e puro JS. Mette a disposizione oggetti nativi come Strings, Numbers, Functions, Arrays, Dates, Espressioni regolari, e più. Inoltre predispone un modello di ereditarietà - un qualche esoterico modello chiamato ereditarietà prototipale (ne

Leggi il resto dell'articolo ... »

mercoledì 28 gennaio 2015

JQuery vs. MooTols: I Punti di Forza di JavaScript.

Parte della decisione sta nel domandarsi che cosa si vuole fare con JavaScript. Consideriamo il JavaScript base. Senza nessun framework; solamente vecchio e puro JS.

Mette a disposizione oggetti nativi come Strings, Numbers, Functions, Arrays, Dates, Espressioni regolari, e più. Inoltre predispone un modello di ereditarietà - un qualche esoterico modello chiamato ereditarietà prototipale (ne parlerò più avanti).

Questi blocchi portanti ed il concetto di ereditarietà sono pane e burro di ogni linguaggio di programmazione e non hanno assolutamente niente a che vedere con i browser o con il web o con CSS o HTML.

Si potrebbe scrivere qualsiasi cosa si voglia con JavaScript. Tris, scacchi, photo editing, un server web, qualunque cosa. Il fatto è che il 99% di tutto il JS che c'è in giro lo vediamo eseguito sui browser ed è in questo contesto che lo pensiamo. Ossia il linguaggio di programmazione per il browser.

Sapere che il browser, il DOM, è l'area dove la maggior parte delle volte utilizziamo JavaScript ma che quest'ultimo è anche un linguaggio di programmazione molto robusto ed espressivo aiuterà a capire le differenze tra MooTools e jQuery.

Non Solo il DOM.

jQueryVsMooTools2

Rilasciato Intel Graphics Installer 0.7 tool che gestisce gli update dei driver su Ubuntu.

Gli sviluppatori Intel hanno rilasciato un nuovo update del loro tool che gestisce gli update dei driver su Ubuntu e Fedora. L’Intel Graphics Installer 0.7 supporta ufficialmente Ubuntu 14.04 LTS e Fedora 20 ma nelle prossime release dovrebbe arrivare anche il supporto per Ubuntu 14.10.

La principale novità di questo update riguarda la gestione degli aggiornamenti di xorg, ora il tool non aggiornerà più i pacchetti di xorg, o meglio non presenterà nuove major release dei pacchetti, ma si dedicherà unicamente ai driver Intel in modo da garantire una maggiore stabilità del sistema.

Questo tool consente agli utenti meno esperti di aggiornare i driver della propria GPU Intel in modo semplice. Dunque gli utilizzatori che vengono da Windows saranno molto felici di usare questo tool; tenere aggiornati i driver consente un miglioramento delle performance e del risparmio energetico.

Si potranno scaricare i .deb o i .rpm direttamente dal sito ufficiale del progetto. Prima di installare il tool sarebbe però meglio aggiungere le loro chiavi GPG nel sistema tramite questi comandi:

intel-logo

martedì 27 gennaio 2015

Il 2015 sarà l’anno di Linux sul desktop? La situazione è cambiata ma c’è ancora da migliorare.

Ogni anno, una qualsivoglia rivista specialistica parla di GNU/Linux e desktop. Quest’anno è toccato a IT World, scrivere un post intitolato “Il 2015 sarà finalmente l’anno di Linuxsul desktop?“.

L’articolo in breve ci spiega l’evoluzione di GNU/Linux nel settore desktop e in particolare mette in evidenza come i prodotti di Canonical siano in continua crescita e che riescano ad accontentare praticamente tutta la fascia di utenza del Pinguino.

Non solo, quest’ultimo garantirebbe ampia possibilità di scelta per quel che riguarda l’ambiente desktop (LXDE, GNOME, KDE, Pantheon, XFCE, Fluxbox..) disponibilità di software per il gaming come Steam e relativi titoli e un “timido” accenno per l’OS anche sul settore mobile.

Ma non ci siamo. Probabilmente il 2015 non sarà l’anno di GNU/Linux nel settore desktop. Non ancora. La situazione, rispetto a quando ci si è avvicinati a questo mondo è migliorata tantissimo: non sono più necessarie vere e proprie imprese per installare una distro, sono disponibili più software e di qualità sensibilmente migliore, i produttori hardware hanno esteso il proprio supporto anche agli OS GNU/Linux.

La situazione è cambiata ma c’è ancora da migliorare. Innanzitutto, per quanto riguarda la diffusione delle distribuzioni del Pinguino a livello globale, c’è bisogno di una forte spinta da parte dei produttori hardware che negli ultimi anni si è vista sì, ma è solo come timido tentativo. Serve un ulteriore miglioramento per l’user experience dell’utente finale, ancora troppo poco alfabetizzato per un utilizzo consapevole delle distribuzioni.

distro_linuxlogo

venerdì 23 gennaio 2015

JQuery vs. MooTols: il motto dice tutto, apprendimento e comunity.

Sempre più spesso chi si avvicina alla programmazione in JavaScript si imbatte nella difficile scelta della libreria da adottare, o quantomeno della prima da imparare.

Se lavori all'interno di un team probabilmente già ti è stato imposto un framework, con motivazioni più o meno discutibili.

Se questo è il tuo caso, se sei costretto a usare MooTools ma sei pratico con jQuery, allora questo articolo può ugualmente esserti d'aiuto.

Aiutarti a scegliere tra questi due framework significa spiegartene le differenze. Comincio col dire che entrambi sono scelte eccellenti.

Non esiste la scelta sbagliata. Entrambi i framework hanno i loro punti di forza e le loro debolezze, ma, in generale, sono entrambi ottime scelte. Ci sono anche ulteriori framework che fanno bene il loro lavoro. Dojo, Prototype, YUI, Ext e altri ancora sono ottime opzioni.

La scelta, in verità, ha più a che fare con il tuo stile personale e con i tuoi bisogni.

jquery vs mootools

domenica 11 gennaio 2015

I 10 articoli piu cliccati nel Regno di Ubuntu nel mese di Dicembre 2014.

1.- Rilasciata la versione 4.3.16 di Virtualbox.

Rilasciata la versione 4.3.16 di Virtualbox.

Nella giornata di oggi é stata rilasciata la versione 4.3.10 di Virtualbox. Vediamo brevemente come installarla. Prima di tutto aggiungete il ppa eseguendo da terminale il comando: echo "deb http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian $(lsb_release -sc) contrib" | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/virtualbox.list wget -q http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian/oracle_vbox.asc -O

Leggi il resto dell'articolo ... »

domenica 12 ottobre 2014

I 10 articoli piu cliccati nel Regno di Ubuntu nel mese di Settembre 2014.

1.- Rilasciata la versione 4.3.16 di Virtualbox.

Rilasciata la versione 4.3.16 di Virtualbox.

Nella giornata di oggi é stata rilasciata la versione 4.3.10 di Virtualbox. Vediamo brevemente come installarla. Prima di tutto aggiungete il ppa eseguendo da terminale il comando: echo "deb http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian $(lsb_release -sc) contrib" | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/virtualbox.list wget -q http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian/oracle_vbox.asc -O

Leggi il resto dell'articolo ... »

martedì 23 settembre 2014

Rilasciata la versione 4.3.16 di Virtualbox.

Nella giornata di oggi é stata rilasciata la versione 4.3.10 di Virtualbox.
Vediamo brevemente come installarla. Prima di tutto aggiungete il ppa eseguendo da terminale il comando:

echo "deb http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian $(lsb_release -sc) contrib" | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/virtualbox.list

wget -q http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian/oracle_vbox.asc -O- | sudo apt-key add -

Poi installate Virtualbox eseguendo:

sudo apt-get update

sudo apt-get install virtualbox-4.3

Oppure se dovete semplicemente aggiornarlo eseguite:

sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade

Se siete interessati sulle modifiche e i bugfix apportati con questa versione, potete consultare il changelog a questa pagina.

virtualbox gnome

sabato 20 settembre 2014

Mixxx tutti gli strumenti di un DJ a portata di mano.

Mixxx miscela brani musicali come una vera console da DJ. Ti permette di modificare i battiti per minuto, utilizzare il cross-fader e altro ancora. Compatibile con molte periferiche hardware.

I potenziali DJ in ascolto troveranno in Mixxx quanto si può desiderare per iniziare a praticare quest'arte, che è sopravvissuta alla morte dei vinili e grazie anche a software come Mixxx, si è adattata ai moderni standard musicali, fatti di file MP3, WAV e computer.

Mixxx fondamentalmente è una console da DJ. Il che significa che puoi usarlo per mixare il suono di due brani musicali, in modo che la transizione tra uno e l'altro non sia spiacevole e brusca per chi ascolta o balla. Le tecniche più comuni di miscelazione sono tutte presenti in Mixxx.

Il software calcola automaticamente la velocità in battiti per minuto (BPM) di un brano e permette di modificarla per adattarla al brano successivo. Brano successivo che puoi iniziare a suonare mentre quello precedente è ancora in esecuzione, grazie al cross-fader che sfuma il suono dall'uno all'altro.

mixx_thumb3

sabato 6 settembre 2014

I 10 articoli piu cliccati nel Regno di Ubuntu nel mese di Agosto 2014.

1.- Guida a KMahjongg divertente gioco da tavolo basato su Mahjong: configurazione.

Guida a KMahjongg divertente gioco da tavolo basato su Mahjong: configurazione.

KMahjongg è un divertente gioco da tavolo basato sul famoso gioco orientale Mahjong. KMahjongg è un gioco solitario in cui il giocatore rimuove tessere Mahjongg uguali per ripulire l'area di gioco. Sono incluse svariate disposizioni delle tessere, oltre ad un editor per creare nuove disposizioni. In KMahjongg le tessere sono mescolate ed impilate una sull'altra secondo forme definite. Il

Leggi il resto dell'articolo ... »

martedì 19 agosto 2014

Guida a KMahjongg divertente gioco da tavolo basato su Mahjong: configurazione.

KMahjongg è un divertente gioco da tavolo basato sul famoso gioco orientale Mahjong.

KMahjongg è un gioco solitario in cui il giocatore rimuove tessere Mahjongg uguali per ripulire l'area di gioco. Sono incluse svariate disposizioni delle tessere, oltre ad un editor per creare nuove disposizioni.

In KMahjongg le tessere sono mescolate ed impilate una sull'altra secondo forme definite. Il compito del giocatore è di eliminare tutte le tessere dall'area di gioco identificando tutte le coppie di tessere.


KMahjongg fa parte del progetto KDE http://www.kde.org/.

Puoi trovare KMahjongg nel pacchetto kdegames all'indirizzo ftp://ftp.kde.org/pub/kde/, il sito FTP principale del progetto KDE.
  • raring-updates (games): mahjongg solitaire game [universe]
    4:4.10.4-0ubuntu0.1: amd64 i386
  • saucy (13.10) (games): mahjongg solitaire game [universe]
    4:4.11.2-0ubuntu1: amd64 i386
  • saucy-updates (games): mahjongg solitaire game [universe]
    4:4.11.3-0ubuntu0.1: amd64 i386
  • trusty (14.04LTS) (games): mahjongg solitaire game [universe]
    4:4.13.0-0ubuntu1: amd64 i386
  • trusty-updates (games): mahjongg solitaire game [universe]
    4:4.13.3-0ubuntu0.1: amd64 i386
  • utopic (games): mahjongg solitaire game [universe]
    4:4.13.97-0ubuntu1: amd64 i386
kmahjongg02
carajo
Modulo di configurazione
Impostazioni → Configura KMahjongg... apre il modulo Configurazione – KMahjongg.
Opzioni Generali.
  1. Fai lampeggiare le tessere corrispondenti quando viene selezionata la prima
  2. Questa impostazione fa in modo che ad ogni mossa il gioco evidenzi la tessera selezionata dal clic del mouse, e fa lampeggiare le tessere corrispondenti che hanno un lato libero. Non verranno evidenziate altre tessere se non ci sono tessere rimovibili.
  3. Genera giochi risolvibili
  4. Quando avvi un nuovo gioco la disposizione verrà scelta solo tra quelle risolvibili.
Opzioni per l'Apertura.
Disposizione casuale
Ogni nuova partita avrà una disposizione a caso tra quelle nella lista.
Opzioni per l'Apertura
Usa la finestra di selezione per l'Apertura per scegliere la disposizione di pezzi dell'apertura per la partita. Le varie disposizioni offrono diversi gradi di difficoltà, in base al numero di tessere e alla loro posizione.
Modulo per scegliere l'apertura
Opzioni per le Tessere.
Selezione delle tessere
Opzioni per lo Sfondo
Usa il selettore dello Sfondo per scegliere la grafica di sfondo per il gioco.
Il selettore per lo sfondo
Associazioni di tasti predefinite.
Impostazioni → Configura le scorciatoie... ti permette di modificare le combinazioni di tasti predefinite.
Queste sono le associazioni di tasti predefinite:


Scorciatoie da tastiera

Combinazione dei tastiAzione
Ctrl+NAvvia una nuova partita
Ctrl+ORiavvia una partita salvata in precedenza
F5Riavvia la partita dall'inizio
Ctrl+SSalva la partita in corso
PSospende o riavvia una partita
Ctrl+HMostra la classifica
Ctrl+QEsce dal gioco
Ctrl+ZAnnulla una mossa
Ctrl+Shift+ZRipristina una mossa annullata
HTi dà un suggerimento facendo lampeggiare due tessere simili
DAvvia una partita dimostrativa
GRuota l'angolo di vista in senso orario
FRuota l'angolo di vista in senso antiorario
F1Mostra questo manuale
Shift+F1L'aiuto «Che cos'è?»
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

lunedì 18 agosto 2014

Una piccola guida per APT strumento avanzato di pacchettizzazione.

Cosa significa APT?
APT è una abbreviazione per "Advanced Packaging Tool" (strumento avanzato di pacchettizzazione) ed è una collezione di programmi e script che aiutano sia l'amministratore del sistema (nel nostro caso, root) nell'installazione e la gestione dei file .deb sia, al contempo, il sistema stesso a sapere cosa c'è installato.

Sources List o sorgenti software.
Il sistema "APT" necessita di un file di configurazione che contiene le informazioni riguardo alle locazioni dei pacchetti installabili ed aggiornabili, ci si riferisce comunemente ad esso come sources.list .

Le sorgenti sono contenute in una directory chiamata:
/etc/apt/sources.list.d/
Dentro la directory ci sono due file chiamati:
/etc/apt/sources.list.d/debian.list e
/etc/apt/sources.list.d/aptosid.list
Sono due perché si beneficia così di un facile (automatizzato) cambio dei mirror, e rende più sicuro rimpiazzare le liste.
Si può anche aggiungere un file personale /etc/apt/sources.list.d/*.list
Tutte le ISO aptosid usano in via predefinita le seguenti fonti software:
#aptosid
# Free University Berlin/ spline (Student Project LInux NEtwork), Germany
deb ftp://ftp.spline.de/pub/aptosid/debian/ sid main fix.main
#deb-src ftp://ftp.spline.de/pub/aptosid/debian/ sid main fix.main
Advanced Packaging Tool

Guida a KMahjongg divertente gioco da tavolo basato su Mahjong: regole del gioco, strategie e suggerimenti.

KMahjongg è un divertente gioco da tavolo basato sul famoso gioco orientale Mahjong.

A differenza dell'originale però, KMahjongg è un gioco di rimozione di tessere per uno o due giocatori, una variante normalmente chiamata Solitario Mahjong.

In KMahjongg le tessere sono mescolate ed impilate una sull'altra secondo forme definite. Il compito del giocatore è di eliminare tutte le tessere dall'area di gioco identificando tutte le coppie di tessere.

Obiettivo:
Rimuovere tutte le tessere dall'area di gioco identificando le coppie di tessere corrispondenti il più velocemente possibile.
KMahjongg caricherà una disposizione iniziale predefinita automaticamente all'inizio del gioco, e potrai cominciare a giocare subito.
Nota:
Il tempo di gioco comincia non appena viene fatta la prima mossa.
Devi studiare accuratamente le pile di tessere disposte nell'area di gioco e trovare due tessere che corrispondono esattamente.
kmahjongg03

Ultimi articoli pubblicati

I miei preferiti