domenica 30 dicembre 2007

Kpdf, lettore di documenti di KDE

Maria Susana Diaz | 19:05 |
http://www.linux-user.de/ausgabe/2005/01/012-ksplitter/kpdf-winner-icon.png
KPDF è un lettore PDF libero, integrato con l'ambiente desktop KDE ed è basato su Xpdf

Alcune delle sue caratteristiche sono:

  • Visualizzazione laterale delle miniature delle pagine del documento
  • Visualizzazione della tavola dei contenuti del documento (se presente nel documento stesso)
  • Possibilità di ricerca per mezzo di una finestra di dialogo (ricerca di testo in avanti e indietro) e attraverso un filtro per mostrare solo le miniature delle immagini in cui è presente il testo cercato
  • Possibilità di catturare immagini e testo facilmente tracciando un rettangolo intorno a cosa si vuole catturare.
  • Modalità presentazione
  • L'utilizzo della memoria può essere controllato, in modo da poter usare più o meno RAM a seconda di quanta è disponibile nel sistema
  • Funzionalità di accessibilità, quali:
    • Possibilità di scegliere i colori predefiniti per lo sfondo e per il testo, come un foglio di stile CSS
    • Possibilità di integrarsi con KTTSD (il sistema di text to speech di KDE) per la pronuncia di parti del documento

KPDF, inoltre, utilizza l'architettura KParts di KDE, e per questo può essere anche integrato in Konqueror.

L'immagine “http://www.japigia.com/img/art/kpdf.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Tutorial completo

GOOGLE+

LINKEDIN

4 commenti

Tulis commenti
avatar
Stefano
Admin
30 dicembre 2007 20:43

E' bene ricordare che KPDF morirà assieme a KDE 3.

In KDE 4 infatti verrà sostituito da Okular che avrà come back end PDF la libreria Poppler e non l'olderrimo Xpdf (usato da KPDF).

Reply
avatar
Pino
Admin
30 dicembre 2007 21:42

@stefano:
KPDF non morirà, visto che okular *è* KPDF (buona parte del "core" e dell'interfaccia grafica ancora sono le stesse).
Per quanto riguarda l'"olderrimo Xpdf", io non lo definirei tale, visto che senza di esso Poppler non sarebbe mai esistito...

@blogger:
Peccato per la poco originale recensione, visto che è... praticamente copiata da Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/KPDF ;)
Ah, e per questo dovresti anche citarne la fonte.

--
Pino Toscano
responsabile di Okular, http://www.okular.org

Reply
avatar
Andrea
Admin
31 dicembre 2007 08:25

wow
colpiti e affondati tutti!
visto che qui abbiamo uno sviluppatore di Okular, vorrei chiarirmi qualche domanda: certi pdf si aprono "bene" solo con acrobat e questo mi ha sempre costretto a usare il brutto e pesante acrobat reader per linux... non provo kpdf da anni e non ho mai provato okular: ci sono miglioramenti in tal senso?

Reply

Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender