sabato 26 ottobre 2013

I 10 articoli piu cliccati nel Regno di Ubuntu nel mese di Settembre 2013.

Maria Susana Diaz | 22:45 |

Sono rimasto molto sorpreso delle statistiche che mi ha presentato il mese di settembre scorso. Qualche delusione e qualche soddisfazione.

In tutta sincerità mi sarei aspettato molto di più da Ubuntu arriverà presto sul mercato smartphone, con Ubuntu Touch, grazie al tanto atteso e chiacchierato Edge. Sopratutto per l’iniziativa di raccogliere fondi dagli utenti grazie ad una campagna su Indiegogo, la più grande di tutti i tempi

Non mi ha invece sorpreso l’articolo legato ai Giochi: Cosa sono i giochi Indie e perchè piacciono tanto. Il genere Indie è uno tra gli ultimi ad essere nato ed identifica in sintesi tutte quelle creazioni fatte da appassionati o piccole aziende indipendenti, che destinano i loro prodotti verso il grande pubblico attraverso sistemi di fruizione di nuova generazione (come il download digitale).

I servizi che permettono di recuperare giochi Indie sono, per esempio: Xbox Live Arcade, PlayStation Store, Nintendo WiiWare, Nintendo DSiWare e Steam.

Un articolo che è la prova di come certi argomenti suscitano interesse e di come non è sbagliato prenderli in considerazione.

1.- Cosa sono i giochi Indie e perchè piacciono tanto.

gnurobbo066-01Il genere Indie è uno tra gli ultimi ad essere nato ed identifica in sintesi tutte quelle creazioni fatte da appassionati o piccole aziende indipendenti, che destinano i loro prodotti verso il grande pubblico attraverso sistemi di fruizione di nuova generazione (come il download digitale). I servizi che permettono di recuperare giochi Indie sono, per esempio: Xbox Live Arcade, PlayStation Store, Nintendo WiiWare, Nintendo DSiWare e Steam. Tra le opere indie più famose possiamo citare World of Goo, Castle Crashers, Cave Story e Flow. Lo sviluppo di videogiochi indie nasce su PC durante l'inizio degli anni novanta, quando veniva utilizzato perlopiù il modello distributivo shareware; tuttavia il costante aumento delle aspettative del pubblico, specie dopo l'introduzione della accelerazione 3D, ha fatto calare la produzione di titoli di un certo spessore, spostando l'attenzione degli sviluppatori sulle modificazioni di videogiochi già esistenti. Durante la seconda metà del 2000, il genere ha conosciuto una nuova giovinezza grazie allo sviluppo di Internet e all'introduzione sia di nuove piattaforme per la distribuzione digitale come Xbox Live Arcade, Steam e OnLive, ma anche di strumenti di sviluppo come Adobe Flash, Microsoft XNA e Game Maker, sempre più flessibili e fruibili dal grande pubblico.

 

2.- Guida alle finestre di dialogo in Gimp: finestra di dialogo tracciati.

gimp logo_thumb[1]Gli strumenti di manipolazione di GIMP possono essere raggiunti con Barre degli Strumenti, tramite menù o con finestre di dialogo (che possono essere raggruppate in pannelli). Questi strumenti includono filtri, pennelli oltre a trasformazioni, selezione, livelli di immagine e strumenti per creare maschere. Ad esempio GIMP possiede 48 pennelli classici a cui possono essere aggiunti altri.

Questi pennelli possono avere il bordo morbido (con antialiasing) o rigido (con aliasing), o usati in sottrazione di colore o con diverse opacità, o ancora con molti altri metodi di composizione.In GIMP le finestre rappresentano il mezzo più comune per impostare opzioni e controlli. In questa sezione vengono spiegate le finestre più importanti. Se anche voi usate Gimp, il famosissimo programma di fotoritocco e qualche volta vi è capitata qualche spiacevole sorpresa, ad esempio non trovare più la finestra degli strumenti, non preoccupatevi.

 

3.- Aggiornamento dei Termini di servizio di Google.

Google-AdSense-Google-Custom-Search-oEcco il comunicato ufficiale:

Aggiornamento dei Termini di servizio.

11 ottobre 2013

Stiamo aggiornando i Termini di servizio di Google. I nuovi Termini verranno pubblicati online il 11 novembre 2013 ed è possibile leggerli qui.

Dato che molti utenti sono allergici ai testi legali, per comodità è disponibile un riepilogo in un linguaggio semplice.

Abbiamo apportato tre cambiamenti:

  • Primo, un chiarimento su come il nome e la foto del profilo potrebbero apparire nei prodotti Google (fra cui recensioni, pubblicità e in altri contesti commerciali).
  • Secondo, un promemoria relativo all'utilizzo sicuro dei dispositivi mobili.
  • Terzo, dettagli sull'importanza di mantenere riservata la password.

Ecco qualche dettaglio aggiuntivo:

4.- Il caprone di Ubuntu introduce il supporto all’architettura ARM a 64 bit fin dall’inizio.

unitydesignvision-540x312A pochi giorni dal rilascio di Ubuntu 13.10 “Saucy Salamander”, gli sviluppatori del team Canonical sono già pronti per mettere le mani su quella che sarà la prossima release 14.04. E c’è davvero da rimboccarsi le maniche, considerati i numerosi problemi che Mir e il suo livello di compatibilità con X, XMir, stanno avendo. E poi ci sono numerosi altri grattacapi nella quale è stata la stessa Canonical a volersi causare: tutta colpa di questa benedetta (o maledetta, dipende dai punti di vista) convergenza con il settore mobile.

Mark Shuttleworth ha da qualche giorno annunciato il nome in codice della nuova release di Ubuntu: Trusty Tahr è il codename scelto per questo ciclo di sviluppo di Ubuntu 14.04, che come al solito vedrà nell’aggettivo riflettersi alcune delle caratteristiche principali del development della nuova versione. Il tahr, per conto suo, è un animale (secondo me stupendo) asiatico che somiglia ad un grosso caprone di montagna.

5.- Bastille è un tool che facilita il processo di hardening di Linux, guidando l’administratore nella scelta di cosa bloccare e cosa no.

bastille logoSicurezza significa anche sapere bilanciare le precauzioni da prendere su una determinata macchina: un sysadmin che si rispetti dovrà rendere sicuro il sistema evitando scelte che possano renderlo inutilizzabile per i task quotidiani. Bastille è un tool che facilita il processo di hardening di Linux, guidando l’admin nella scelta di cosa bloccare e cosa no, secondo le proprie necessità. Accentra in unico programma molte delle operazioni svolte usualmente per mettere in sicurezza una box Linux. Bastille è composto da una serie di script Perl che dettagliano ogni opzione in modo accurato, permettendoci di capire quali cambiamenti verranno apportati e, soprattutto, perché; è anche possibile salvare la nostra “configurazione” per poterla riutilizzare su altri sistemi.

L'installazione di Bastille è elementare dato che, almeno su Ubuntu, con il quale è stato testato dal sottoscritto, è presente nei repository, semplicemente digitando sudo apt-get install bastille perl-tk verrà installato assieme all'unica dipendenza necessaria, se ve ne fossero altre in questo modo verranno installate.

6.- Disponibili per il download tutte le versioni di Ubuntu 13.10 “Saucy Salamander” e derivate.

ubuntu-tv-pc-smartphone-tabletCon l’uscita di una nuova release gli utenti si trovano davanti ad un enorme dilemma: aggiornare il proprio computer al nuovo rilascio per provare le ultimissime feature o rimanere cauti aspettando i primi bugfix continuando ad usare la vecchia release disponibile? Molti, avendo la fortuna di poter disporre di più computer o di un pc abbastanza potente e performante per poter far uso della virtualizzazione, non si porranno questo problema e procederanno subito all’aggiornamento. Questo breve articolo vi aiuterà ad effettuare l’upgrade del vostro computer nel modo più indolore possibile.

Le due vie percorribili sono le seguenti:

La prima è il download delle immagini ISO con masterizzazione del DVD (o “fabbricazione” di una pendrive) e successiva installazione tramite Live CD. Qualora i mirror siano sovraccarichi, o non vogliate servirvi di un CD, potrete optare per l’upgrade del vostro sistema pre-esistente tramite i seguenti comandi:

7.- Guida a Jgraph programma che serve a tracciare grafici e diagrammi strutturati: qualche nota autobiografica.

Jgraph è un programma che serve a tracciare grafici e diagrammi strutturati.
Diversamente da altri strumenti per il disegno, Jgraph è un programma non interattivo: legge un file di input (il sorgente) e produce un file di output (la presentazione) in formato PostScript oppure EPS.

L'output può in seguito essere quindi visualizzato, stampato, incorporato in un altro file per ulteriori elaborazioni oppure convertito in altri formati.

Inoltre, si noti che Alml (il sistema di composizione SGML di Daniele Giacomini) offre supporto - a partire da gennaio 2006 - per il linguaggio Jgraph.
Questo capitolo costituisce una introduzione di livello elementare all'uso e alle caratteristiche principali del programma, senza alcuna prestesa di essere esauriente.
La documentazione di riferimento più completa per Jgraph è costituita dalla pagina di manuale, cui si rinvia il lettore interessato per gli eventuali approfondimenti.

8.- Guida a Jgraph programma che serve a tracciare grafici e diagrammi strutturati: poligoni e curve di Bézier.

f-poly-jgrÈ possibile campire il poligono con un disegno a strisce in alternativa alla campitura solida mediante ppattern stripe inclinazione, ove inclinazione controlla l'inclinazione delle strisce. Infine, se si indica -1 come colore di campitura del poligono viene tracciato solamente il bordo mentre l'interno rimane vuoto, il che può essere talvolta desiderabile.

newgraph
xaxis min 0 max 10 size 5
yaxis min 0 max 10 size 5
(* Draw a red trapezoid -- setting both the fill and color to be red means
   that the entire trapezoid, and not just the interior, will be red. *)
newline poly pcfill 1 0 0 color 1 0 0
   pts 1 1  3 1   2.5 2  1.5 2
(* Draw a big black square *)
newline poly pfill 0 pts 3 3  10 3  10 10  3 10
(* Draw a thick yellow triangle with a purple, striped interior inside the black
   square *)
newline poly linethickness 5 color 1 1 0 pcfill 1 0 1 ppattern stripe 60
   pts  4 4   8 4  6 6
(* Draw a blue triangle with a thick border no fill *)

newline poly linethickness 10 color 0 0 1 pfill -1 pts 4 9  6 5 8 8

 

9.- Guida a Jgraph programma che serve a tracciare grafici e diagrammi strutturati: gestione delle curve.

f-curve-jgrGestione delle curve.
Jgraph assume dei valori predefiniti per le dimensioni degli indicatori di punto, ma è possibile impostarli diversamente mediante marksize larghezza altezza.
La larghezza si intende nelle unità dell'asse delle ascisse, a meno che la scala non sia logaritmica nel qual caso si intende espressa in pollici; analogamente l'altezza fa riferimento all'unità dell'asse delle ordinate.
La parola chiave copycurve permette di creare una curva avente i medesimi attributi di quella precedente (ma non gli stessi punti, ovviamente).

newgraph
xaxis min 0 max 10 size 7
yaxis min 0 max 10 size 4
newcurve marktype box marksize 1.5 1 linetype solid cfill 1 0 0
   pts 1 3  2 5  3 1  4 8
copycurve marktype ellipse cfill 1 0 .5
   pts 6 3  7 5  8 1  9 8

 

10.- Guida al menu «Modifica» in Gimp: annulla, ripeti, sfuma.

GIMP_2.8I menu in GIMP sono presenti un po' ovunque; lo scopo di questo capitolo è di spiegare tutti i comandi accessibili dai menu della barra degli strumenti e dalla finestra immagine. Tutti gli altri menu contestuali e le voci di menu corrispondenti, sono descritti nei capitoli dedicati alle finestre relative.
Annulla. Se si è attuato un cambiamento o un tratto su di un'immagine che non si desiderava, il comando Annulla permette di annullare l'ultimo cambiamento e ripristinare l'immagine allo stato precedente. Quasi tutte le operazioni effettuabili su di un'immagine possono essere annullate in questo modo (con l'eccezione di quegli script che disabilitano esplicitamente questa funzione).

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

GOOGLE+

LINKEDIN

Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender