venerdì 7 febbraio 2014

Abilitare Trim su SSD in Ubuntu 13.10 “Raring Ringtail”.

Maria Susana Diaz | 23:04 |

Ormai i dischi SSD sono molto diffusi anche nella fascia media dei desktop: sicuramente questo è merito dei prezzi in discesa, ma c’è anche da considerare il grande aumento delle prestazioni che offrono gli SSD.

Infatti l’ultimo vero collo di bottiglia per i PC moderni sono i dischi tradizionali che contengono ancora componenti meccaniche; questo blocco delle prestazioni però è stato superato con i dischi allo stato solido, ed ecco perché i principali sistemi operativi si sono muniti di un supporto nativo a questi dischi.

Trim serve per mantenere alte le performance sui dischi a stato solido, e non è attivo di default (per ora) nelle nuove installazioni di Ubuntu e derivati ma con questa guida, diventa facilissimo attivarlo:

http://lightrush.ndoytchev.com/random-1/howtoconfigureext4toenabletrimforssdsonubuntu

prima di provare, fate un backup di "fstab" per sicurezza! il filesystem testato dall'autore della guida (e da me ieri sera) era l'EXT 4.

ubuntu_trim

Riassumendo, si apre il terminale e si digita:

gksudo gedit /etc/fstab


vi si aprirà "fstab" in stile "blocco note" e alla voce

ext4    errors=remount-ro

aggiungete "discard" prima di "errors=remount-ro" per avere questo risultato
(mi raccomando la virgola dopo "discard")  ;D

ext4    discard,errors=remount-ro

riavviate il PC e siete ok!

Test per verificare il Trim:

http://lightrush.ndoytchev.com/random-1/checkiftrimonext4isenabledandworking

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

GOOGLE+

LINKEDIN

Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender