domenica 21 aprile 2013

Filtri Render in GIMP: Plasma e Disturbo pieno.

Maria Susana Diaz | 10:28 |
gimp logo_thumb[2]
Un filtro è uno speciale strumento progettato per prendere in ingresso un livello o un’immagine, applicare un algoritmo matematico ad esso e restituire il livello o l’immagine modificati.” 

Le categorie di filtri che Gimp mette a disposizione sono:
  • Filtri di sfocatura
  • Filtri di miglioramento
  • Filtri di distorsione
  • Filtri luce e ombra
  • Filtri di disturbo
  • Filtri di rilevamento contorni
  • Filtri generici
  • Filtri di combinazione
  • Filtri artistici
  • Decorazioni
  • Filtri mappa
  • Filtri Render
  • Filtri Web
  • Filtri di animazione
  • Filtri alfa a logotipo
La maggioranza dei filtri in GIMP agiscono su un livello modificando il suo contenuto mentre i filtri nel gruppo «Render» lavorano in modo differente. 

I filtri creano dei motivi da zero nella maggior parte dei casi cancellando il contenuto presente nel livello. 

Alcuni filtri creano motivi casuali o di disturbo, altri motivi regolari o frattali e uno (Gfig) è uno strumento di grafica vettoriale generico (dalle caratteristiche abbastanza limitate).
  • Plasma.
  • Esempio di applicazione del filtro Plasma
    Filtro «plasma» applicato
    Tutti i colori prodotti da Plasma sono completamente saturi. Alle volte i colori forti possono distrarre, e superfici più interessanti possono emergere quando si desatura l'immagine usando Colori → Desatura. 
     Attivazione del filtro.
    Questo filtro si trova nel menu immagine in Filtri → Render → Nuvole → Plasma
    Opzioni del filtro plasma
    Anteprima.
    Se selezionato, i risultati delle impostazioni di parametri sono mostrate nell'anteprima.
    Seme casuale.
    Questa opzione regola la casualità. La casella Casualizza fa sì che il seme sia ogni volta impostato a partire dall'orologio di sistema. Non c'è motivo di deselezionare l'impostazione a meno che non si voglia riottenere lo stesso motivo casuale in un momento successivo.
    Turbolenza.
    Questo parametro regola la complessità del plasma. Alti valori danno un aspetto di durezza (simile ad una pittura ad olio astratta o venature minerali), bassi valori invece producono una nuvola più sfumata (come vapore, foschia o fumo). La gamma va da 0.1 a 7.0.
 
  • Disturbo pieno.
Esempio di disturbo pieno turbolente
Filtro «disturbo pieno» applicato

Disturbo solido è un buona fabbrica di motivi. Si noti che questo disturbo è sempre grigio anche se applicato ad una immagine a colori (non importa quale sia l'immagine originale -- questo filtro sovrascrive il contenuto del livello corrente). È anche un buono strumento per la creazione di mappe a sbalzo per i filtri Warp oppure Mappa a sbalzo. Con l'impostazione "turbolenza" impostata i risultati assomigliano un poco a delle nuvole reali. Un esempio è mostrato sopra.

Attivazione del filtro.
Questo filtro si trova nel menu immagine in Filtri → Render → Nuvole → Disturbo pieno

Opzioni.

Opzioni del filtro disturbo pieno
Anteprima.
Se selezionato, i risultati delle impostazioni di parametri sono mostrate nell'anteprima.
Seme casuale.
Questa opzione controlla il comportamento casuale del filtro. Se viene utilizzato lo stesso seme nelle medesime condizioni il filtro produce gli stessi risultati. Un seme casuale differente produce risultati diversi. Il seme casuale può essere immesso manualmente oppure generato casualmente premendo il pulsante Nuovo seme.
Quando l'opzione Casualizza è selezionata il seme casuale non può essere specificato manualmente ma è automaticamente generato ogni volta che si esegue il filtro. Se non è selezionata il filtro riprende l'ultimo seme utilizzato.
Turbolenza.
Se si seleziona questa opzione si otterranno effetti interessanti, di solito qualcosa che somiglia ad uno strato di olio sull'acqua oppure nuvole di fumo o un tessuto organico o una macchia di Rorschach.
Dettagli.
Controlla la quantità di dettaglio del motivo di disturbo. Valori più alti restituiscono un più alto livello di dettaglio e il disturbo sembra essere costituito da spruzzi o da piccole particelle che gli conferiscono un aspetto di durezza. Un valore più basso lo rendono più soffice e simile a nuvole.
Affiancabile.
Se si seleziona Affiancabile si otterrà un motivo di disturbo che può essere utilizzato come una piastrella. Impiegandolo ad esempio come sfondo di una pagina HTML i bordi si fonderanno senza stacco.
Dimensione X, Dimensione Y.
Controlla la dimensione e le proporzioni delle circonvoluzioni del disturbo nelle direzioni X (orizzontale) e Y (verticale). Varia tra 0.1 e 16.0.

Ricerca personalizzata

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:



GOOGLE+

LINKEDIN

Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender