sabato 9 febbraio 2008

Wine nato con lo scopo di permettere il funzionamento dei programmi sviluppati per il sistema operativo Microsoft Windows.

Maria Susana Diaz | 06:16 |
Wine (Wine Is Not an Emulator, un acronimo ricorsivo, Wine non è un emulatore) è un software scritto in C nato originariamente per GNU/Linux, poi esteso ad altri sistemi operativi, con lo scopo di permettere il funzionamento dei programmi sviluppati per il sistema operativo Microsoft Windows. Da notare è il fatto che il nome Wine assomiglia a WINdows Emulator, anche se come citato in precedenza esso non lo è affatto.


Il progetto è risultato difficile e dispersivo per gli sviluppatori, solo in parte per l'incompleta o incorretta documentazione delle Win32 API. La maggior parte delle funzioni di Win32 sono documentate, ma alcuni ambiti, come i formati dei file e i protocolli, non hanno una descrizione ufficiale da parte di Microsoft. Lo stesso vale per funzioni di basso livello e per oscuri bug che dovrebbero essere duplicati precisamente affinché le applicazioni si comportino come previsto. Gli sviluppatori di Wine hanno quindi dovuto ricorrere spesso al reverse engineering.


Come si evince dal nome, il progetto Wine non intende realizzare un emulatore. La sua funzione primaria è l'implementazione di un layer di compatibilità per il maggior numero di applicazioni Windows fornendo il collegamento alle API necessarie per il loro funzionamento. In questo senso, Wine non emula nessuna architettura o sistema operativo, bensì fornisce ai programmi in esecuzione il supporto necessario per l'utilizzo di specifiche funzioni di Windows eventualmente richieste.

Per fare ciò Wine si appoggia al sistema grafico (es. X11), in quanto gran parte delle applicazioni native per Win32 necessitano di primitive grafiche per la gestione di finestre (le applicazioni a riga di comando sono comunque utilizzabili tramite il programma wineconsole).


Il programma può usufruire della directory contenente la struttura base di Windows, con le directory "Windows", "Programmi", "Documenti", le DLL, e i file di configurazione (come i file INI e il Registro di sistema). Può essere quella originale, o, meglio, una creata appositamente, una directory "fake windows".


Ci sono molte utility per configurare wine, a parte wine-utils che sono applicazioni base integrate con wine per gestirlo (regedit, pannello di controllo wine ed altre), la più comune e funzionale è winetools ma esiste anche winesetuptk, il cui sviluppo è, però, fermo da tempo, e Sidenet.


Una volta configurato Wine per avviare un file eseguibile di Windows basta digitare nel terminale wine /percorso/file.exe


Ultima versione stabile rilasciata: 1.3.0 (30/07/2010).


Le novità:

  • Beginnings of a user interface for the builtin Internet Explorer.
  • Support for cross-process OLE drag & drop.
  • New builtin wscript.exe (Windows Script Host) program.
  • Open/save dialogs remember the last used directory.
  • Translation updates.
  • Various bug fixes.

Screenshots.

-
PowerPoint 2000, Internet Explorer 5.0, Notepad, and Solitaire.
-
-
-
-
-
-
-
-


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog
:

GOOGLE+

LINKEDIN

Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender