domenica 30 giugno 2013

Guida alle finestre di dialogo in Gimp: finestra mappa colori.

Maria Susana Diaz | 20:42 |

gimp logo_thumb[1]Gli strumenti di manipolazione di GIMP possono essere raggiunti con Barre degli Strumenti, tramite menù o con finestre di dialogo (che possono essere raggruppate in pannelli).

Questi strumenti includono filtri, pennelli oltre a trasformazioni, selezione, livelli di immagine e strumenti per creare maschere. Ad esempio GIMP possiede 48 pennelli classici a cui possono essere aggiunti altri.

Questi pennelli possono avere il bordo morbido (con antialiasing) o rigido (con aliasing), o usati in sottrazione di colore o con diverse opacità, o ancora con molti altri metodi di composizione.

In GIMP le finestre rappresentano il mezzo più comune per impostare opzioni e controlli. In questa sezione vengono spiegate le finestre più importanti.

Se anche voi usate Gimp, il famosissimo programma di fotoritocco e qualche volta vi è capitata qualche spiacevole sorpresa, ad esempio non trovare più la finestra degli strumenti, non preoccupatevi.

Con questa guida risolverete i problemi di questo tipo.

Finestra mappa colori.

Un'immagine indicizzata di 6 colori e la sua finestra mappa colori

Un'immagine indicizzata di 6 colori e la sua finestra mappa colori

Un'immagine indicizzata di 6 colori e la sua finestra mappa colori

La finestra mappa colori permette di modificare la mappa dei colori di un'immagine indicizzata. (Se la modalità dell'immagine attiva è RGB o scala di grigi questa finestra è vuota ed inutilizzabile.) Questa è una finestra agganciabile: vedi la sezione sulle finestre agganciabili per aiuto su come manovrarle. Essa può essere attivata in due modi:

Attivazione della finestra.

La finestra «mappatura colore» è un pannello agganciabile; vedere la sezione Finestre agganciabili per un aiuto su come gestire questo tipo di finestre.

È accessibile:

  • dal menu immagine: Finestre → Pannelli agganciabili → Mappatura colore;

  • dal menu scheda di un qualsiasi pannello agganciabile facendo clic su e selezionando Aggiungi scheda → Mappa colore.

Nel menu Finestre, c'è un elenco di pannelli staccati che esiste solo se almeno un pannello rimane aperto. In questo caso, è possibile far emergere il pannello «Mappatura colore» dal menu immagine: Finestre → Mappatura colore.

La mappa colori e le immagini indicizzate.

In un'immagine indicizzata ad ogni pixel, anziché assegnare un colore direttamente (come avviene nelle immagini RGB ed in scala di grigio), questo viene assegnato indirettamente, legandolo ad una voce in una tabella di colori chiamata mappa colori.

Per determinare il colore che deve essere mostrato per quel determinato pixel, GIMP consulta l'indice nella mappa colore dell'immagine. Ogni immagine indicizzata possiede la propria mappa colore. In GIMP il numero massimo di elementi in una mappa colori è 256. In una mappa colori della massima estensione, ad ogni indice da 0 a 255 viene assegnato un colore RGB a scelta. Non vi sono regole che limitino i colori assegnabili ad un indice o che definiscano l'ordine in cui appaiono: ad ogni indice può essere assegnato qualsiasi colore.

È importante capire che i colori presenti nella mappa colori sono i soli colori disponibili in un'immagine indicizzata (a meno che non ne vengano aggiunti di nuovi nella mappa colori). Questo ha un effetto rilevante su molte operazioni di GIMP: ad esempio, nel riempimento con un motivo, solitamente GIMP non sarà in grado di trovare esattamente i colori giusti nella mappa colori, perciò dovrà approssimarli con il metodo della quantizzazione. Se la mappa colori è troppo limitata o con delle scelte non ottimali, ciò può facilmente portare a delle immagini qualitativamente molto scarse.

La finestra della mappa colori permette di modificare la mappa colori di un'immagine, sia inserendo nuovi elementi, sia modificando i colori degli elementi esistenti. Modificando il colore associato ad un dato indice, si vedrà che il cambiamento si rifletterà attraverso l'intera immagine, infatti il colore verrà applicato a tutti i pixel ai quali è assegnato quell'indice. Gli elementi sono numerati a partire dallo 0 nell'angolo in alto a sinistra, 1 alla sua destra, ecc.

Utilizzo della finestra della mappa colori.

Queste sono le operazioni che si possono eseguire da questa finestra:

Clic su di un colore

Questo imposta il colore di primo piano di GIMP al colore sul quale si è fatto clic, come si vede dalla visualizzazione nell'area dei colori attivi nella barra degli strumenti. Di conseguenza, questo colore sarà utilizzato per le prossime operazioni di disegno che verrano eseguite.

Ctrl-clic su un elemento colore

Questo imposta il colore di sfondo di GIMP al colore sul quale si è fatto Ctrl-clic, come si vede dalla visualizzazione nell'area dei colori attivi nella barra degli strumenti.

Doppio-clic su di un colore

Questo imposta il colore di primo piano di GIMP al colore sul quale si è fatto clic, e fa inoltre apparire una finestra di modifica del colore che permette di cambiare l'elemento della mappa colori impostandolo ad un nuovo colore.

Indice colore

È possibile selezionare un elemento della mappa colori digitando quì il suo indice, oppure facendo clic sulle freccette a destra.

Notazione esadecimale

Questa casella visualizza una rappresentazione in codice esadecimale (così come utilizzato in HTML) del colore assegnato all'elemento della mappa colori selezionato in quel momento. Volendo è possibile modificare il colore da qui, invece che utilizzare la finestra di modifica del colore. Vedere la voce notazione HTML nel glossario.

Modifica colore

Questo pulsante (nell'angolo in basso a sinistra della finestra) fa apparire una finestra di modifica del colore che permette di cambiare il colore dell'elemento selezionato in quel momento nella mappa colori. L'effetto è simile a quello di fare un doppio clic sull'elemento, ad eccezione del fatto che non viene impostato il colore di primo piano attivo in GIMP.

Aggiungi colore

Questo pulsante (nell'angolo in basso a destra della finestra) permette di aggiungere nuovi colori alla mappa colori. Facendo clic su questo pulsante il colore di primo piano attivo, visualizzato nella barra degli strumenti, viene accodato alla fine della mappa colori. Se invece si tiene premuto il tasto Ctrl mentre si fa clic, allora verrà aggiunto il colore di sfondo (quando la mappa colori contiene 256 elementi, è piena; perciò il tentativo di aggiungerne nuovi non avrà effetto).

[Suggerimento]Suggerimento

Se si è commesso un errore, è possibile annullarlo attivando la finestra dell'immagine della quale si è modificato la mappa colori e premendo i tasti Ctrl+Z oppure scegliendo Modifica → Annulla dal menu immagine.

[Nota]Nota

Questo pannello mette a disposizione le funzioni più comunemente usate per alterare la mappa colori di un'immagine indicizzata. Gli strumenti di colore, come Luminosità/Contrasto, Tonalità/Saturazione, ecc., non operano sulle immagini indicizzate. Ci sono alcuni plug-in che invece lo fanno, tra i quali le operazioni «Normalizza», «Aumento del colore» e «Ampliamento contrasto», ed è comunque possibile crearne di nuovi.

[Nota]Nota

Se si dipinge un'immagine indicizzata con un colore che non è presente nella Mappa colore, GIMP userà il colore più simile ad esso presente nella mappa.

Il menu contestuale mappa colore

Facendo clic destro su un colore nella Mappa colore si seleziona questo colore e si apre un sottomenu:

Il menu contestuale mappa colore

Modifica colore

Questo comando apre un selettore di colore che permette di modificare il colore.

Aggiungi un nuovo colore dal primo piano

Questo comando è abilitato solo se la tavolozza indicizzata contiene meno di 256 colori. Il colore di sfondo nel pannello degli strumenti è aggiunto in fondo alla mappa colore.

Aggiungi colore dallo SF

Questo comando è abilitato solo se la tavolozza indicizzata contiene meno di 256 colori. Il colore di sfondo nel pannello degli strumenti viene aggiunto in fondo all'elenco dei colori.

Reimposta la mappa colori

Reimposta la mappa colori: questo comando è descritto in Sezione 8.19, «Reimposta la mappa colori».

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

GOOGLE+

LINKEDIN

Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender