lunedì 16 settembre 2013

I 10 articoli piu cliccati nel Regno di Ubuntu nel mese di Agosto 2013.

Maria Susana Diaz | 23:04 |

1.- Cosa sono i giochi Indie e perchè piacciono tanto.

gnurobbo066-01Il genere Indie è uno tra gli ultimi ad essere nato ed identifica in sintesi tutte quelle creazioni fatte da appassionati o piccole aziende indipendenti, che destinano i loro prodotti verso il grande pubblico attraverso sistemi di fruizione di nuova generazione (come il download digitale). I servizi che permettono di recuperare giochi Indie sono, per esempio: Xbox Live Arcade, PlayStation Store, Nintendo WiiWare, Nintendo DSiWare e Steam. Tra le opere indie più famose possiamo citare World of Goo, Castle Crashers, Cave Story e Flow.

Lo sviluppo di videogiochi indie nasce su PC durante l'inizio degli anni novanta, quando veniva utilizzato perlopiù il modello distributivo shareware; tuttavia il costante aumento delle aspettative del pubblico, specie dopo l'introduzione della accelerazione 3D, ha fatto calare la produzione di titoli di un certo spessore, spostando l'attenzione degli sviluppatori sulle modificazioni di videogiochi già esistenti. Durante la seconda metà del 2000, il genere ha conosciuto una nuova giovinezza grazie allo sviluppo di Internet e all'introduzione sia di nuove piattaforme per la distribuzione digitale come Xbox Live Arcade, Steam e OnLive, ma anche di strumenti di sviluppo come Adobe Flash, Microsoft XNA e Game Maker, sempre più flessibili e fruibili dal grande pubblico.

2.- Guida a Jgraph programma che serve a tracciare grafici e diagrammi strutturati: introduzione e alcuni dettagli.

jgraph diagram-JGraphJgraph è un programma che serve a tracciare grafici e diagrammi strutturati.
Diversamente da altri strumenti per il disegno, Jgraph è un programma non interattivo: legge un file di input (il sorgente) e produce un file di output (la presentazione) in formato PostScript oppure EPS.
L'output può in seguito essere quindi visualizzato, stampato, incorporato in un altro file per ulteriori elaborazioni oppure convertito in altri formati.
Inoltre, si noti che Alml (il sistema di composizione SGML di Daniele Giacomini) offre supporto - a partire da gennaio 2006 - per il linguaggio Jgraph.
Questo capitolo costituisce una introduzione di livello elementare all'uso e alle caratteristiche principali del programma, senza alcuna prestesa di essere esauriente.
La documentazione di riferimento più completa per Jgraph è costituita dalla pagina di manuale, cui si rinvia il lettore interessato per gli eventuali approfondimenti.

3.- Ubuntu arriverà presto sul mercato smartphone, con Ubuntu Touch, grazie al tanto atteso e chiacchierato Edge.

ubuntu-edgeUbuntu arriverà presto sul mercato smartphone, con Ubuntu Touch, grazie al tanto atteso e chiacchierato Edge. Quest’ultimo è stato già ufficializzato ma per la produzione il produttore ha deciso di raccogliere fondi dagli utenti grazie ad una campagna su Indiegogo, la più grande di tutti i tempi. La soglia da raggiungere entro i 31 giorni è di ben 32 milioni di dollari e dopo una settimana si è già arrivati a ben 7.5 milioni ma rispetto ai primi giorni l’interesse degli utenti sembra calare.

Al di là dei 20 e 50$ minimi finanziabili, che danno diritto rispettivamente ad un ringraziamento pubblico sulla pagina ufficiale di Edge e ad una t-shirt personalizzata, per ottenere lo smartphone bisogna finanziare almeno 725$ (circa 546€), cifra che tutto sommato rientra abbondantemente negli standard di mercato, se si pensa che un iPhone 5 base costa 729€, cioè quasi il 26% in più.

4.- Guida ai menu in Gimp: introduzione, la barra del menu dell'immagine, menu contestuali e staccabili.

gimp img-filewinI menu in GIMP sono presenti un po' ovunque; lo scopo di questo capitolo è di spiegare tutti i comandi accessibili dai menu della barra degli strumenti e dalla finestra immagine.

Tutti gli altri menu contestuali e le voci di menu corrispondenti, sono descritti nei capitoli dedicati alle finestre relative.

La barra del menu dell'immagine.

Questa barra del menu può contenere altre voci se si sono aggiunti degli script-fu, python-fu o video alla propria copia di GIMP.

I menu contestuali.

Se si esegue un clic con il tasto destro del mouse in certe parti dell'interfaccia di GIMP, si apre un «menu contestale», che conduce ad una moltitudine di funzioni. Alcune posizioni dalle quali è possibile raggiungere dei menu contestuali sono:

5.- Come configurare Email con Fastweb su dispositivi Google Android.

Email è l'applicazione di gestione della posta elettronica integrata in Android.

La procedura che segue ti consente di configurare un account di posta elettronica sul tuo dispositivo Android, il popolare sistema operativo per dispositivi mobili targato Google, compatibile anche con l'ultima versione stabile rilasciata Jelly Bean 4.2.2

  • ▶ Configura nuovo account di posta
  • ▶ Nuove impostazioni di sicurezza
  • ▶ Modifica account di posta preesistente

Configura nuovo account di posta.

Ecco le istruzioni per configurare un nuovo account di posta passo a passo:

Seleziona il menu Applicazioni e poi clicca su Email

6.- Guida al menu «Modifica» in Gimp: annulla, ripeti, sfuma.

GIMP_2.8I menu in GIMP sono presenti un po' ovunque; lo scopo di questo capitolo è di spiegare tutti i comandi accessibili dai menu della barra degli strumenti e dalla finestra immagine. Tutti gli altri menu contestuali e le voci di menu corrispondenti, sono descritti nei capitoli dedicati alle finestre relative.

Annulla.

Se si è attuato un cambiamento o un tratto su di un'immagine che non si desiderava, il comando Annulla permette di annullare l'ultimo cambiamento e ripristinare l'immagine allo stato precedente. Quasi tutte le operazioni effettuabili su di un'immagine possono essere annullate in questo modo (con l'eccezione di quegli script che disabilitano esplicitamente questa funzione). Più operazioni di annullamento possono essere effettuate in seguito, secondo il numero di livelli di annullamento che siano stati configurati nella pagina Ambiente della finestra delle preferenze.

7.- Guida ai menu in Gimp: il menu «File», panoramica.

gimp selezioneI menu in GIMP sono presenti un po' ovunque; lo scopo di questo capitolo è di spiegare tutti i comandi accessibili dai menu della barra degli strumenti e dalla finestra immagine. Tutti gli altri menu contestuali e le voci di menu corrispondenti, sono descritti nei capitoli dedicati alle finestre relative. È possibile che qualche comando nel menu non trovi una descrizione in questa sezione della guida. Tipicamente questo accade quando queste voci non appartengono direttamente a GIMP, ma sono state aggiunte da qualche plug-in. Per trovare informazioni aggiuntive sull'argomento, consultare la documentazione allegata ai plug-in installati.

Grazie alla modalità a finestra singola, prevista per la versione 2.6 e introdotta a partire dalla 2.8, l’interfaccia di The GIMP è ancora più adatta ai neofiti: i rilasci precedenti potevano destabilizzare i nuovi utenti.

8.- Guida alle finestre di dialogo in Gimp: finestra di dialogo tracciati.

gimp logo_thumb[1]Gli strumenti di manipolazione di GIMP possono essere raggiunti con Barre degli Strumenti, tramite menù o con finestre di dialogo (che possono essere raggruppate in pannelli). Questi strumenti includono filtri, pennelli oltre a trasformazioni, selezione, livelli di immagine e strumenti per creare maschere. Ad esempio GIMP possiede 48 pennelli classici a cui possono essere aggiunti altri.

Questi pennelli possono avere il bordo morbido (con antialiasing) o rigido (con aliasing), o usati in sottrazione di colore o con diverse opacità, o ancora con molti altri metodi di composizione.In GIMP le finestre rappresentano il mezzo più comune per impostare opzioni e controlli. In questa sezione vengono spiegate le finestre più importanti. Se anche voi usate Gimp, il famosissimo programma di fotoritocco e qualche volta vi è capitata qualche spiacevole sorpresa, ad esempio non trovare più la finestra degli strumenti, non preoccupatevi.

9.- Linux nel 50% dei portatili nel 2010 secondo il CEO di Linpus

Secondo il CEO di Linpus Technologiesil 2007 dovrebbe essere l'anno di Linux nei portatili: infatti ha affermato in una serie di seminari che per il 2010 il sistema operativo GNU/Linux avrà il 50% del mercato dei notebook, alla pari di Windows XP e Windows 7. Giorno dopo giorno nuovi produttori aderiscono alla iniziativa di portare Linux nei loro computers come Qualcom e Texas Instruments oltre a Dell.

Nonostante le false notizie Linux continua a crescere:

Nei giorni scorsi si era notizia la notizia secondo cui Dell aveva sospeso la vendita di notebook con Ubuntu Linux preinstallato: The Inquirer riportava la vicenda e, effettivamente, le pagine dello store online dedicate ai notebook con Ubuntu erano irraggiungibili. Per quanto riguarda le soluzioni desktop non venne segnalato alcun problema.

10.- Guida alle finestre di dialogo in Gimp: finestra di dialogo canali.

gimp logo_thumb[1]Gli strumenti di manipolazione di GIMP possono essere raggiunti con Barre degli Strumenti, tramite menù o con finestre di dialogo (che possono essere raggruppate in pannelli). Questi strumenti includono filtri, pennelli oltre a trasformazioni, selezione, livelli di immagine e strumenti per creare maschere. Ad esempio GIMP possiede 48 pennelli classici a cui possono essere aggiunti altri. Questi pennelli possono avere il bordo morbido (con antialiasing) o rigido (con aliasing), o usati in sottrazione di colore o con diverse opacità, o ancora con molti altri metodi di composizione.

In GIMP le finestre rappresentano il mezzo più comune per impostare opzioni e controlli. In questa sezione vengono spiegate le finestre più importanti.

Se anche voi usate Gimp, il famosissimo programma di fotoritocco e qualche volta vi è capitata qualche spiacevole sorpresa, ad esempio non trovare più la finestra degli strumenti, non preoccupatevi.Con questa guida risolverete i problemi di questo tipo.

9.- Guida alle finestre di dialogo in Gimp: finestre relative alla struttura dell'immagine.

gimp logoGli strumenti di manipolazione di GIMP possono essere raggiunti con Barre degli Strumenti, tramite menù o con finestre di dialogo (che possono essere raggruppate in pannelli).

Questi strumenti includono filtri, pennelli oltre a trasformazioni, selezione, livelli di immagine e strumenti per creare maschere. Ad esempio GIMP possiede 48 pennelli classici a cui possono essere aggiunti altri.

Questi pennelli possono avere il bordo morbido (con antialiasing) o rigido (con aliasing), o usati in sottrazione di colore o con diverse opacità, o ancora con molti altri metodi di composizione.In GIMP le finestre rappresentano il mezzo più comune per impostare opzioni e controlli. In questa sezione vengono spiegate le finestre più importanti.

Se anche voi usate Gimp, il famosissimo programma di fotoritocco e qualche volta vi è capitata qualche spiacevole sorpresa, ad esempio non trovare più la finestra degli strumenti, non preoccupatevi.Con questa guida risolverete i problemi di questo tipo.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

GOOGLE+

LINKEDIN

Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender