giovedì 25 aprile 2013

Filtri Render in GIMP: Puzzle e Labirinto.

Maria Susana Diaz | 10:07 |
gimp logo_thumb[2]_thumb[1]_thumb_thumb_thumb
Un filtro è uno speciale strumento progettato per prendere in ingresso un livello o un’immagine, applicare un algoritmo matematico ad esso e restituire il livello o l’immagine modificati.” 

Le categorie di filtri che Gimp mette a disposizione sono:






  • Filtri di sfocatura
  • Filtri di miglioramento
  • Filtri di distorsione
  • Filtri luce e ombra
  • Filtri di disturbo
  • Filtri di rilevamento contorni
  • Filtri generici
  • Filtri di combinazione
  • Filtri artistici
  • Decorazioni
  • Filtri mappa
  • Filtri Render
  • Filtri Web
  • Filtri di animazione
  • Filtri alfa a logotipo
  •  
    La maggioranza dei filtri in GIMP agiscono su un livello modificando il suo contenuto mentre i filtri nel gruppo «Render» lavorano in modo differente. 


    I filtri creano dei motivi da zero nella maggior parte dei casi cancellando il contenuto presente nel livello. 

    Alcuni filtri creano motivi casuali o di disturbo, altri motivi regolari o frattali e uno (Gfig) è uno strumento di grafica vettoriale generico (dalle caratteristiche abbastanza Permette di spostare orizzontalmente e verticalmente la posizione della fiamma.In questa scheda si può decidere come la componente Valore (Luminosità) del modello di colore HSV sarà utilizzata nel calcolo del motivo.
    • Puzzle.
    Esempio di applicazione del filtro Puzzle
    Immagine originale
    Esempio di applicazione del filtro Puzzle
    Immagine creata utilizzando il filtro Puzzle seguito da altre manipolazioni tra cui il filtro Effetti luce (il motivo a puzzle è stato utilizzato come riferimento per una mappa a sbalzo).
    Questo filtro trasformerà la vostra immagine in un puzzle. I bordi delle tessere non sono addolciti quindi un po' di sfumatura spesso ne migliora l'aspetto (ad esempio una sfumatura gaussiana con raggio 1.0).
    [Suggerimento]Suggerimento.
    Se si vogliono selezionare facilmente le aree di ciascun pezzo come nell'esempio riportato sopra, si renderizzi il motivo su un livello separato riempito di colore bianco e si imposti la modalità del livello a Moltiplica. Si possono quindi selezionare i pezzi utilizzando lo strumento di selezione Seleziona regioni contigue sul livello delle tessere del puzzle.
    Attivazione del filtro.
    Questo filtro si trova nel menu immagine in Filtri → Render → Motivo → Puzzle

    Opzioni.
    Opzioni del filtro puzzle
    Numero di pezzi
    La quantità di pezzi presente nell'immagine, orizzontalmente e verticalmente.
    Contorni in rilievo
    Ampiezza rilievo
    Il cursore Ampiezza rilievo controlla la forma del bordo delle tessere del puzzle (un puzzle con pezzi di legno richiede una ampiezza di rilievo inferiore rispetto ad un puzzle con pezzi di cartone).
    Intensità luce
    Il cursore Intensità luce controlla l'intensità del riflesso presente sui lati di ciascuna tessera. Si può paragonare alla "durezza" del materiale di cui è costituito il puzzle. L'ampiezza del riflesso è proporzionale ad Ampiezza rilievo. Come regola di massima più pezzi si creano più bassi devono essere i valori per Ampiezza rilievo e Intensità luce e viceversa. I valori predefiniti sono adatti ad immagini di 500x500 pixel.
    Stile pezzi
    È possibile scegliere tra due tipi di puzzle:
    Quadrati
    Si ottengono pezzi creati da linee diritte.
    Curvi
    Si ottengono pezzi creati con linee curve.
    • Labirinto.
    Esempio di applicazione del filtro Labirinto
    Filtro «labirinto» applicato
     

       
    Questo filtro genera un motivo a labirinto casuale e in bianco e nero. Il risultato sostituisce completamente il contenuto precedente del livello corrente. Un esempio tipico è mostrato sotto. Si trovi il percorso dal centro al bordo.

    Attivazione del filtro.
    Questo filtro si trova nel menu immagine in Filtri → Render → Motivo → Labirinto.

    Opzioni.

    Opzioni del filtro labirinto
    Dimensione labirinto.
    Larghezza, Altezza
    Questi cursori impostano quanti percorsi debba avere il labirinto. Più bassi sono i valori, più percorsi si otterranno. Lo stesso effetto si ottiene aumentando il numero dei Pezzi nei caselle di testo dell'altezza e larghezza. Il risultato non sarà propriamente un labirinto a meno che l'altezza e la larghezza non siano uguali.
    Algoritmo.
    Seme
    Si può specificare un seme per il generatore di numeri casuali o lasciare che l'applicazione ne generi uno. A meno che non occorra rigenerare successivamente lo stesso labirinto si può lasciare la generazione al programma .
    In profondità, Algoritmo di Prim
    Si può scegliere tra questi due algoritmi di generazione labirinti. Solo uno scienziato informatico può spiegarvi la differenza tra loro.
    Affiancabile
    Se si vuole utilizzare il labirinto in un motivo più grande si può renderlo piastrellabile selezionando questa opzione.

    Ricerca personalizzata

    Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:



    GOOGLE+

    LINKEDIN

    Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender