lunedì 22 aprile 2013

Filtri Render in GIMP: Fiamme e Frattale IFS.

Maria Susana Diaz | 09:42 |
gimp logo_thumb[2]_thumb[1]
Un filtro è uno speciale strumento progettato per prendere in ingresso un livello o un’immagine, applicare un algoritmo matematico ad esso e restituire il livello o l’immagine modificati.” 

Le categorie di filtri che Gimp mette a disposizione sono:


  • Filtri di sfocatura
  • Filtri di miglioramento
  • Filtri di distorsione
  • Filtri luce e ombra
  • Filtri di disturbo
  • Filtri di rilevamento contorni
  • Filtri generici
  • Filtri di combinazione
  • Filtri artistici
  • Decorazioni
  • Filtri mappa
  • Filtri Render
  • Filtri Web
  • Filtri di animazione
  • Filtri alfa a logotipo La maggioranza dei filtri in GIMP agiscono su un livello modificando il suo contenuto mentre i filtri nel gruppo «Render» lavorano in modo differente.
    I filtri creano dei motivi da zero nella maggior parte dei casi cancellando il contenuto presente nel livello.
    Alcuni filtri creano motivi casuali o di disturbo, altri motivi regolari o frattali e uno (Gfig) è uno strumento di grafica vettoriale generico (dalle caratteristiche abbastanza limitate).
    • Fiamme.

    Esempio di applicazione del filtro Fiamme
    Esempio di applicazione del filtro Fiamme
    Filtro «fiamme» applicato
    Con il filtro Fiamme si possono creare mirabolanti motivi frattali generati casualmente. Non si possono controllare i frattali come con il filtro Frattale IFS ma si può guidare il generatore casuale in una particolare direzione e scegliere tra le variazioni di un tema a piacere.
    [Avvertimento]Avvertimento
    Sfortunatamente sembrerebbe che questo filtro non funzioni correttamente nel caso di immagini grandi, purtroppo il suo sviluppatore non sta lavorando al plug-in cosicché non si prospetta una soluzione a breve termine. Anche se non si possono dare cifre precise il plug-in ha funzionato in un rapido test per una immagine di 1024x768 pixel ma non ce l'ha fatta per una immagine di 2500x2500 pixel.
    [Nota]Nota
    Questo plugin è stato fornito a GIMP da Scott Draves nel 1997. Egli mantiene il diritto d'autore del plugin. Una pagina descrittiva del plugin, fornita dall'autore si può trovare su internet [PLUGIN-FLAMES].
    Attivazione del filtro.
    Questo filtro si trova nel menu immagine in Filtri → Render → Natura → Fiamme.

  • Opzioni.

    Opzioni del filtro fiamme
    Nella finestra principale si possono impostare i parametri di Rendering e di Camera. I primi tre parametri nel pannello Render sono Brillantezza, Contrasto e Gamma. Il risultato di queste opzioni è visibile nella finestra di anteprima ma è meglio di solito attenersi ai valori predefiniti e correggere l'immagine in seguito con gli strumenti del menu Livello/Colori.
    Gli altri tre parametri interessano il processo di resa e non si manifestano nell'anteprima. La Densità di campionamento che controlla la risoluzione del motivo calcolato è il più importante tra essi. I parametri di Camera permettono di zumare e spostare il motivo di fiamme osservando il risultato nella finestra di anteprima. Il filtro offre anche la possibilità di memorizzare e caricare gruppi di parametri.
    Modifica
    Premendo questo pulsante si richiama la finestra di modifica:

    La finestra di dialogo Modifica fiamme
    La finestra di dialogo mostra nove diverse finestre. Il motivo mostrato al centro è il motivo corrente, mentre le otto finestre che lo circondano sono variazioni casuali di tale motivo. Facendo clic sull'immagine centrale si creano otto nuove variazioni, regolabili tramite il cursore Velocità. Si seleziona una variazione facendo clic su di essa ed immediatamente questa rimpiazza quella al centro. Per scegliere un certo carattere o tema per le variazioni si può scegliere tra nove temi presenti nel menu Variazione. Si può anche utilizzare Casualizza che sostituisce il motivo corrente con un nuovo motivo scelto a caso.
    Apri
    Questo pulsante mostra una finestra di selezione file che permette di aprire un file di impostazioni per il filtro Fiamme salvata precedentemente.
    Salva
    Questo pulsante mostra una finestra di selezione file che permette di salvare su file le impostazioni correnti del filtro per poter ricreare il motivo in seguito.
    Rendering

    Brillantezza
    Controlla la brillantezza del motivo di fiamme.
    Contrasto
    Controlla il contrasto tra le parti più chiare e quelle più scure delle fiamme.
    Gamma
    Imposta un valore di correzione gamma per le parti di luminosità intermedia.
    Densità di campionamento
    Controlla la risoluzione del motivo creato (non ha effetto sull'anteprima). Una densità di campionamento elevata produce una resa morbida e sottile (simile ad una tela di ragno) mentre una bassa densità di campionamento risulta in un effetto spray o nuvola di particelle.
    Sovracampionamento spaziale
    Cosa fa questo?
    Raggio filtro spaziale
    Cosa fa questo?
    Mappa colore
    Questo menu offre diverse opzioni per impostare il miscelamento dei colori nel motivo delle fiamme:
    • Il gradiente corrente mostrato nella casella strumenti.
    • Un gruppo di mappe di colore predefinite.
    • I colori delle immagini che sono correntemente aperte in GIMP.
    Camera

    Zoom
    Permette di zumare verso l'interno o verso l'esterno della fiamma.
    X, Y
    Permette di spostare orizzontalmente e verticalmente la posizione della fiamma.
  •  

    Frattale IFS.Esempio di applicazione del filtro Frattale IFS
    Filtro «frattale IFS» applicato
    Questo filtro basato su algoritmi frattali è veramente fantastico! Con questo strumento versatile si possono creare forme naturali ed organiche quali foglie, fiori, rami o anche interi alberi («IFS» sta per «Iterated Function Systems» ovvero «Sistemi di Funzioni Iterate»).
    È importante durante l'uso di questo filtro effettuare trasformazioni piccole e precise nello spazio frattale. Il risultato è sempre difficile da prevedere e occorre spostarsi di poco per cambiare motivo. Se si utilizza un triangolo componente troppo grande o se lo si muove troppo la schermata di anteprima si oscurerà o più precisamente si otterrà semplicemente una nuvola di particelle senza forma.
    Si consiglia una volta trovato un motivo interessante, di effettuare solo piccoli cambiamenti ed esplorare le variazioni di quel motivo. È molto facile perdere una buona configurazione. Contrariamente a quanto si possa pensare è molto facile creare una foglia o un albero tramite il Frattale IFS piuttosto che crearlo con un procedimento geometrico (cioè con un processo in cui si sa cosa si sta facendo e si crea esattamente il motivo che si ha in mente).
    Per una breve introduzione agli IFS si veda Computer Graphics, Principles and Practice[FOLEY01].
    Attivazione del filtro.
    Questo filtro si trova nel menu immagine in Filtri → Render → Natura → Frattale IFS
    Opzioni.

    Opzioni del filtro frattale IFS
    L'interfaccia del filtro è costituita dall'area di composizione a sinistra, un'area di anteprima a destra e alcune linguette e pulsanti di controllo nella parte inferiore della finestra di dialogo. L'impostazione predefinita (nella finestra di anteprima) è tre triangoli equilateri (questa impostazione da origine al motivo frattale noto come Triangolo di Sierpinski).
    Barra degli strumenti.
    Fare clic sui pulsanti della barra degli strumenti per usare i seguenti strumenti, o aprire il menu contestuale dell'area di composizione.
    Sposta, Routa/scala, Tendi
    Seleziona l'azione da eseguire usando il (puntatore del) mouse.
    Nuovo, Elimina
    Aggiungi o rimuovi frattali.
    Annulla, Ripeti
    Standard.
    Seleziona tutto
    Collega frattali e permette di applicare operazioni a tutti i frattali.
    Ricentra
    Ricalcola il centro dei frattali. Non ha nessun effetto visibile sul frattale risultante.
    Impostazioni di render
    Memoria massima
    Permette di diminuire il tempo di rendering. È particolarmente utile lavorando con un raggio molto ampio; si consiglia di usare multipli esatti del valore predefinito: 4096, 8192, 16384, ...
    Iterazioni
    Determina quante volte il frattale si ripeterà (un alto valore per Suddividi e Iterazioni è per ovvi motivi uno spreco di tempo macchina a meno che non si lavori con grandi immagini)
    Suddividi
    Controlla il livello di dettaglio.
    Raggio
    Determina la densità delle «pennellate» nell'immagine prodotta. Un raggio basso è adatto a nuvole di piccole particelle mentre un raggio elevato produce pennellate spesse di colore in tinta unita più vicino alla pittura ad acquarello. Fare attenzione a non eccedere con il raggio pena un aumento vertiginoso dei tempi di resa.
    Trasformazione spaziale

    Fornisce informazioni sul frattale attivo e permette di digitare un valore invece di cambiarlo graficamente. Cambiare i parametri attraverso il mouse non è molto accurato quindi questa è una possibilità utile quando occorre essere precisi.
    X, Y, Scala, Angolo, Inclina
    Sposta, scala o inclina il frattale attivo.
    Asimmetria
    (S)tira il frattale attivo.
    Ribalta
    Ribalta il frattale attivo.
    Trasformazione colore

    Semplice
    Cambia il colore della componente del frattale correntemente selezionata (che parte come colore di primo piano nella casella strumenti) in un colore a scelta.
    Completa
    Come la trasformazione di colore Semplice ma in questo caso si può controllare la trasformazione per ciascun canale di colore e per il canale alfa (visualizzato come un canale di colore nero).
    Scala tonalità di, Scala valore di
    Quando si hanno molti frattali con colori diversi i colori si mescolano l'un l'altro. Cosicché se si imposta «rosso puro» per un frattale può in realtà essere blu in alcune posizioni mentre un altro frattale «rosso» può avere molte parti gialle. L'opzione Scala tonalità altera la forza del colore del frattale corrente o quanto influente debba essere questo colore.
    Altro
    Probabilità relativa
    Determina l'influenza o l'impatto totale di una certa componente frattale.
    Questo filtro è molto complicato quindi per migliorarne la comprensione si fornisce un esempio di creazione di una foglia o ramo.
    Molte forme di vita, in particolar modo i vegetali, sono rappresentabili matematicamente tramite frattali cioè hanno una forma che riproduce o ripete se stessa indefinitamente fino al livello di dettaglio più piccolo. Si può riprodurre la forma di una foglia o di un ramo usando quattro o più componenti frattali. Tre frattali daranno forma alla punta e ai lati della foglia mentre il quarto originerà il gambo.
    1. Prima di invocare il filtro: selezionare File → Nuovo. Aggiungere un livello trasparente con Livello → Nuovo livello. Impostare il colore primo piano nella casella strumenti al nero e il colore di sfondo a bianco.
    2. Invocare il filtro Frattale IFS. Iniziare ruotando i triangoli di destra e inferiore in modo che puntino verso l'alto. Si può iniziare a vedere quella che sarà la punta e i lati della foglia (se si hanno problemi può essere utile sapere che i tre vertici di un triangolo non sono equivalenti).
      Tutorial Passo 2
      Iniziare ruotando i triangolo 2 e 3 cercando di renderli delle stesse dimensioni.
    3. Per rendere la foglia simmetrica regolare il triangolo inferiore in maniera che punti leggermente a sinistra e il triangolo di destra in maniera che punti leggermente a destra.
    4. Premete il pulsante Nuovo per aggiungere una componente frattale. La nuova componente costituirà il gambo della foglia quindi deve essere reso lungo e sottile. Premete Stira e trascinate il mouse per stirare il nuovo triangolo. Non preoccuparsi se questo scombina l'immagine ma utilizzare Scala per regolare le dimensioni del triangolo allungato. Probabilmente occorrerà spostare e ruotare la nuova componente per renderla convincente.

      Figura 17.294. Tutorial Passo 3
      Tutorial Passo 3
      Aggiungere una quarta componente quindi stirarla, scalarla e spostarla come mostrato.
    5. Si deve ancora rendere il risultato più simile ad una foglia. Aumentare le dimensioni del triangolo superiore finché si ritiene sia sufficientemente spesso. Regolare tutte le componenti fino ad ottenere la forma voluta. Premere il tasto destro del mouse per richiamare il menu contestuale e scegliere Seleziona tutto. Ora tutte le componenti risultano selezionate ed è possibile ruotare e scalare l'intera foglia.

      Figura 17.295. Tutorial Passo 4
      Tutorial Passo 4
      Allargare la componente 1, risistemare in maniera appropriata le altre componenti quindi selezionare tutto, scalare e ruotare.
    6. Il passo finale è quello di regolare il colore. Selezionare la scheda Trasformazione colore e scegliere un colore differente per ciascuna componente frattale. Per far ciò selezionate Semplice e premete il pulsante attiguo per scegliere un colore tramite un opportuno selettore.
      Tutorial Passo 5
      Assegnare un colore marroncino alla componente 4 e varie gradazioni di verde alle altre componenti.
    7. Premere OK per applicare all'immagine e la foglia frattale è pronta. Si consiglia ora di sperimentare. Tutti i frattali di tipo vegetale sono più o meno creabili in questo modo, cioè foglie attorno ad un gambo centrale (o più gambi). Occorre solamente distorcere da un'altra parte, strirare o ruotare un poco o aggiungere qualche componente per ottenere piante totalmente diverse.


    Ricerca personalizzata

    Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:



    GOOGLE+

    LINKEDIN

    Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender