venerdì 26 ottobre 2007

Opera, un browser maturo per Ubuntu

Maria Susana Diaz | 10:17 |
Ubuntu Linux è diventato Opera Browser friendly, Opera Browser ASA ha annunciato che la nuova versione di Ubuntu supporta sia l'easy download che l'installazione automatica di Opera.

Fino ad oggi era necessario scaricare la versione per Debian ed installarla manualmente, con alcune complicazioni dovute alla particolare struttura di Ubuntu.

Håkon Wium Lie, CTO di Opera Software, ha dichiarato che “Opera 9 è il browser milgiore e più avanzato al momento disponibile per GNU/Linux, noi di Opera abbiamo sempre avuto un browser per Linux, ma Opera 9 è stato realizzato specificatamente per questa piattaforma".

Secondo gli analisti, la facilità d'uso e la qualità di Opera 9, associati alla stabilità e semplicità d'uso di Ubuntu, faranno fare un'ulteriore passo avanti a GNU/Linux nel mercato dei desktop.
Per scaricare Opera per GNU/Linux.
La versione 9.24 di Opera per Linux Ubuntu include diverse correzioni per la sicurezza e la stabilità. Consigliato l'aggiornamento.
La nuova versione del Browser Opera disponibile per Linux contiene tutte le principali novità della equivalente versione per Windows.
Molto leggero: 5,65 Mb
Sebbene non disponibile in versione italiana, Opera 9.02 per Linux include i Widgets, ossia piccole applicazioni Web (contenuti multimediali, newsfeed, giochi, ecc.) che rendono più divertente e utile l'uso del desktop, il blocco dei contenuti specifico per siti, il supporto per i file scaricabili con BitTorrent, la gestione delle anteprime dei siti aperti nelle Tab.


Come installare Opera.

Opera, è sicuramente uno dei migliori browser web in circolazione e secondo le statistiche il quarto browser più utilizzato dai navigatori del web. Nel corso del suo sviluppo, fino al 2005, in alternativa all'acquisto della licenza, Opera poteva essere utilizzato gratuitamente, a patto di avere un banner pubblicitario in alto a destra nella finestra del programma.

A partire dal 20 settembre 2005, con il rilascio della versione 8.50, Opera è diventato un software completamente gratuito grazie alla rimozione del banner. Alcune delle caratteristiche principali che ne hanno garantito il successo, sono principlamente: l'elevata velocità di composizione delle pagine web, la ridotta richiesta di risorse di cui necessita, l'ottimo grado di sicurezza che fornisce, e l'inclusione al suo interno di un lettore di feed RSS e di un client per IRC. Indubbiamente, uno dei migliori browser web disponibili per la vostra Debian o Ubuntu.

Vediamo quindi come installare Opera su Debian e Ubuntu nel modo più semplice possibile...

Installazione Opera su Debian

Per installare Opera sulla vostra Debian, è preferibile utilizzare la repository ufficiale così da poter installare sempre la versione più aggiornata e ovviamente più stabile. Il primo passo per l'installazione di Opera browser, consiste quindi nel modificare il file /etc/apt/sources.list con il vostro editor di testo preferito, e aggiungere la repository adatta alla vostra distribuzione Debian.
- se utilizzate Debian Etch (stable) inserite la seguente repository:
deb http://deb.opera.com/opera/ etch non-free
- se utilizzate Debian Lenny (testing) inserite la seguente repository:
deb http://deb.opera.com/opera/ lenny non-free
- se utilizzate Debian Sid (unstable) inserite la seguente repository:
deb http://deb.opera.com/opera/ sid non-free
Chiudete e salvate il file /etc/apt/sources.list.
Ora, se utilizzate una versione di apt uguale o superiore alla 0.6, importate la chiave gpg digitando i seguenti comandi:
gpg --keyserver subkeys.pgp.net --recv-key 6A423791
gpg --fingerprint 6A423791
A questo punto:
- se utilizzate sudo digitate:
gpg --armor --export  6A423791| sudo apt-key add -
- se invece utilizzate root digitate:
gpg --armor --export  6A423791| apt-key add -
Aggiornate i pacchetti del vostro sistema:
apt-get update
e installate Opera da apt, digitando molto semplicemente come root:
apt-get install opera
Completata l'installazione, potrete trovare Opera Web Browser in Applications -->> Internet -->> Opera

Installazione Opera su Ubuntu.


Per installare Opera sulla vostra Ubuntu Gutsy / Feisty / Edgy / Dapper, utilizzeremo la repository Canonical così da poter installare sempre la versione più aggiornata e ovviamente più stabile. Il primo passo per l'installazione di Opera, consiste quindi nel modificare il file /etc/apt/sources.list con il vostro editor di testo preferito, e aggiungere una delle seguenti repository canonical:
- se utilizzate Ubuntu Gutsy, inserite la seguente repository:
deb http://archive.canonical.com/ubuntu gutsy partner
- se utilizzate ancora Ubuntu Feisty, inserite la seguente repository:
deb http://archive.canonical.com/ubuntu feisty-commercial main
- se utilizzate ancora Ubuntu Edgy inserite la seguente repository:
deb http://archive.canonical.com/ubuntu edgy-commercial main
- se utilizzate ancora Ubuntu Dapper inserite la seguente repository:
deb http://archive.canonical.com/ubuntu dapper-commercial main
Chiudete e salvate il file /etc/apt/sources.list, e aggiornate i pacchetti del vostro sistema:
sudo apt-get update
A questo punto, è possibile installare Opera da apt, digitando molto semplicemente:
sudo apt-get install opera
Completata l'installazione, potrete trovare Opera Web Browser in Applications -->> Internet -->> Opera

Installare Opera con AUTOMATIX 2 su Ubuntu

Un metodo alternativo a quello appena descritto per l'installazione di Opera web browser su Ubuntu è quello di utilizzare AUTOMATIX 2.

- se non conoscete AUTOMATIX 2 e volete provare ad utilizzarlo per installare Opera, eccovi il link alla guida per l'installazione di Automatix 2: Installazione AUTOMATIX 2
 
- se avete già installato AUTOMATIX 2 e volete utilizzarlo per installare Opera, lo troverete nella sezione Internet.

Selezionatelo ed installatelo attraverso Automatix 2. Completata l'installazione, potrete trovare Opera in Applications -->> Internet -->> Opera
 
Qualunque metodo di installazione utilizzerete, e qualunque sia la vostra distribuzione, buon divertimento e buona navigazione !!
Molte le opzioni per Webmaster, utilissima quella che consente di caricare nella pagina fogli di stile alternativi a quelli inclusi dal sito e la potente funzionalità di debug di tecnologie Web. Come sempre particolare attenzione è stata prestata alla velocità di navigazione e al supporto agli standard.

La versione qui presentata è per Linux Ubuntu. Altre versioni per diverse piattaforme sono disponibili sul sito di Opera indicato in alto nella scheda.
Tra le sue caratteristiche principali è possibile ricordare i filtri per bloccare le finestre pop-up, un client NNRP per Usenet e uno per le e-mail completo di filtri anti-spam. Inoltre è da segnalare che questo navigatore supporta nativamente lo scaricamento e la ricerca di file BitTorrent. Come Firefox, Internet Explorer (anche se solo dalla versione 7) e come Safari permette la navigazione di più siti con l'apertura di un'unica istanza del programma (il cosiddetto tabbed browsing o navigazione a schede), ma si differenzia da questi ultimi per un miglior supporto della funzione (non a caso Opera è stato il primo a progettare ed introdurre la funzione nel 1994, quando era ancora un progetto in seno a Telenor col nome di MultiTorg Opera).

Memorizza (se richiesto dall'utente) le finestre aperte al momento della chiusura del programma, ripresentandole alla successiva esecuzione. Supporta connessioni sicure tramite il protocollo SSL (in versione 2 e 3). Riesce a interfacciarsi ai plug-in di Netscape per estendere le proprie funzioni e include il supporto per Java e per la navigazione di siti FTP.

A partire dalla versione 7 utilizza il motore di rendering Presto, che ha rimpiazzato il vecchio Elektra.

Dalla versione 7.50 è dotato di un lettore di feed RSS e di un client per IRC.

L'ultima versione stabile rilasciata di Opera è la 10.0, che presenta notevoli novità sia dal punto di vista grafico che da quello strutturale: è stata introdotta una nuova versione di Presto per garantire migliori prestazioni nel caricamento delle pagine, il controllo ortografico e la possibilità di formattazione HTML nella compilazione dei messaggi.

Sul sito di Opera è disponibile un widget appositamente progettato per la Wikipedia italiana, che rende possibile cercare una qualunque voce sulla wiki da qualunque sito si stia navigando. Dalla versione 9.1, in aggiunta, è presente il nuovo sistema anti-phishing.

Opera è disponibile in 30 lingue differenti, tra cui l'italiano (con i segnalibri localizzati per ogni lingua dalla versione 7.54) e supporta molti sistemi operativi, tra cui Windows, Linux, Macintosh, QNX, OS/2, FreeBSD, Solaris e Symbian. L'interfaccia nei vari sistemi operativi è identica, in questo modo l'utente potrà trovare le stesse opzioni su qualunque piattaforma.

Come molti altri browser, Opera supporta i temi (skins) che possono facilmente essere configurati in modo da personalizzare il programma. È possibile personalizzare il programma anche implementandolo con pulsanti personalizzati.

Opera, in quanto fu il primo browser ad introdurla, permette la navigazione a schede. Inoltre se si tiene il cursore del mouse sopra una tab, scheda, per qualche secondo, Opera visualizza - in una finestra più piccola - l'anteprima della pagina aperta nella tab, funzione che al momento nessun altro browser supporta.

Inoltre Opera è l'unico browser che permette l'MDI delle finestre (ovvero si possono aprire e ridimensionare finestre più piccole dentro la finestra principale, come in numerosi altri prodotti software).

La funzione "Accesso rapido" permette di salvare una lista di siti preferiti, visibili all'apertura di una nuova pagina, e per i quali può essere impostato un aggiornamento periodico. Dalla versione 10.00 di Opera è possibile personalizzare l'"Accesso rapido" modificandone lo sfondo e il numero di icone visualizzate.

Grazie alle sue caratteristiche, è stato scelto come motore predefinito preinstallato sui Media Internet Tablet.

Screenshots.







Download ultima versione Opera per Linux 11.11



 

Ricerca personalizzata

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


















GOOGLE+

LINKEDIN

Xtreme Download Manager, XDMAN Ubuntu, audio, Linux opera mini, browser internet Chromium Linux, Chrome, browsers tux collection, mascote Linux LibreCAD, Grafica, Disegno vim, editor, linux, ubuntu Ardour, audio, Ubuntu Unity, deskyop, Gnome, Ubuntu grafica 3d, Linux, Blender